Sab 8 Giu 2019 - 56 visite
Stampa

La storia ‘animata’ della città con il liceo Cevolani

Gli studenti hanno vestito per un paio d’ore i panni di personaggi illustri e non che hanno costruito un tassello dell’identità di Cento

Cento. Venerdì scorso 25 maggio Cento si è animata di tante voci del passato grazie alla speciale visita della città, guidata da un gruppo di studenti del Liceo “Cevolani”, delle classi 3^ C e 2^ B, preparati dalla docente di Storia dell’Arte Valeria Tassinari. Gli studenti hanno vestito per un paio d’ore i panni di personaggi, tanto illustri quanto umili, che hanno costruito, con la loro vita, un tassello della storia e dell’identità di Cento.

Destinatari principali dell’originale visita animata, un gruppo di ragazzi di seconda media dell’Oratorio di San Biagio: i giovani sono stati accolti da W. Goethe che, raccontando del suo viaggio in Italia, li ha accompagnati alla scoperta di Cento. Di tappa in tappa, il pubblico ha potuto incontrare un universo variegato di personaggi legati alla storia centese: un soldato di stanza alla Rocca; il tenore Giuseppe Borgatti; Alberto Accarisio, autore del terzo vocabolario della lingua italiana; il Guercino; lo scultore Stefano Galletti; Lucrezia Borgia; l’artista Aroldo Bonzagni; il leggendario Tasi con la sua volpe; il primo ministro inglese B. Disraeli; il latinista G. Cevolani; una popolana, moglie di un partecipante; una modella del Guercino; il patriota Ugo Bassi; la scrittrice Jolanda; un membro della confraternita dei Sacchi.

Al termine della visita gli studenti del “Cevolani” hanno anche fatto dono ai partecipanti di cartoline di Cento, da loro stessi disegnate nel corso dell’anno scolastico sotto la guida del docente di Storia dell’Arte Andrea Calanca.

L’evento è il risultato del lavoro svolto dai ragazzi da dicembre a maggio nell’ambito dei Pon-Fse, progetti sostenuti dall’Unione Europea: il progetto in questione, in particolare, era teso alla valorizzazione del patrimonio culturale locale. E il Liceo “Cevolani”, approfittando di questa occasione, ha voluto stimolare la sensibilità dei giovani studenti rispetto ai temi della cittadinanza attiva e coinvolgerli in una attività di valorizzazione culturale che si pone anche al servizio della città.

E il 12 giugno, alle 20.45, nel contesto dello Street Festival, si replica, con una visita animata della città aperta a tutti (su prenotazione).

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi