Ven 7 Giu 2019 - 474 visite
Stampa

Piazza Verdi, Peruffo: “Inaugurazione per racimolare voti”

Le critiche della consigliera FI: "Definire green una colata di cemento è assurdo e sintesi di pressapochismo"

“Un’inaugurazione da acqua alla gola, con squadre di operai che lavorano alacremente sino all’ultimo, per consegnare, come meglio si può, la piazza a chi deve ostentarla come un vanto, a poche ore dalle urne”. L’apertura di piazza Verdi all’ultimo giorno di campagna elettorale continua a inanellare critiche da parte dei consiglieri di opposizione uscenti.

Questa volta tocca a Paola Peruffo (Forza Italia) che in questo evento, in programma alle 12 di oggi alla presenza del sindaco Tiziano Tagliani e dell’aspirante successore Aldo Modonesi, vede “racchiuso il pressapochismo di questa giunta, insieme all’ossessione di non perdere un potere detenuto per 73 anni, ricorrendo a qualsiasi cosa, anche al taglio del nastro di una piazza ancora cantierata, pur di sperare di racimolare uno o due voti in più”.

Addentrandosi nel tecnico, “definire green una piazza su cui sono stati colati quintali e quintali di cemento è a dir poco assurdo – critica la consigliera forzista -, a maggior ragione se si tiene presente il taglio degli storici pini che questo criticabile progetto ha comportato. Presto, poi, i cittadini scopriranno anche l’inutilità di panchine esposte completamente al sole”.

“Evidentemente era indispensabile fornire la percezione di qualcosa di grandioso. Percezioni, appunto, simili a quelle attribuite ai residenti di alcuni quartieri in merito alla criminalità, salvo poi scoprire (estremamente tardi) che l’esercito a Ferrara serviva, oltre a constatare che le case in quelle zone ora valgono il 50% in meno” è l’ultimo attacco della Peruffo, “convinta che gli elettori saranno più scaltri dei giochi di prestigio di Tagliani e Modonesi”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi