Mar 4 Giu 2019 - 344 visite
Stampa

Baldini-Curtarello, riparte la sfida

Si affilano le armi in vista della seconda tornata elettorale del 9 giugno prossimo che assegnerà la poltrona di sindaco di Argenta per i prossimi cinque anni

Andrea Baldini (a sinistra) e Ottavio Curtarello

di Giada Magnani

Si affilano le armi in vista della seconda tornata elettorale del 9 giugno prossimo che assegnerà la poltrona di sindaco di Argenta per i prossimi cinque anni. Cosa bolle in pentola in casa dei due opposti schieramenti lo andiamo a scoprire con queste interviste. Di certo l’ago della bilancia sarà il Movimento 5 stelle. Ma a fare la differenza sarà anche l’affluenza.

Qui Baldini. Dunque al di là delle strette di mano mancate e dei faccia a faccia non concessi (“anche Fiorentini a suo tempo si rifiutò”, chiosa una volta per tutte Curtarello), partiamo sentendo il parere di chi in questo momento si trova in pole-position: Andrea Baldini aspirante primo cittadino del centrosinistra. Che, sostenuto dal Partito Democratico e da altre cinque liste civiche (Argenta Viva, Insieme Argenta, Culture e Sport, Argenta Produttiva, Futuro Green) ha ottenuto il 46,18% dei voti (5480 preferenze).

“Siamo ottimisti-spiega-stiamo lavorando alacremente per dimostrare la bontà del nostro programma” Al via siete comunque in vantaggio: “Sì, ma siamo consapevoli che il primo risultato anche se ampio non è sufficiente a garantirci la vittoria” Dunque? “Tra i nostri più importanti impegni c’è quello di riuscire a convincere quel 30% circa degli argentani che non si sono recati alle urne. Ma ci rivolgiamo anche a quel 13% che al primo turno ha dato il proprio consenso al Movimento Cinque Stelle. Una grossa fetta di aventi diritto insomma che rappresenta quasi il 40% degli elettori. Senza escludere anche la possibilità appunto di recuperare fiducia dalla parte opposta, tra gli stessi nostri avversari diretti, vista la differenza registrata tra le consultazioni europee e quelle amministrative”.

Prima di ascoltare la controparte politica, Ottavio Curtarello, della Lega (40,73% – 4836 consensi) sostenuto anche da Forza Italia, Fratelli d’Italia, e dalla lista civica Rinnovamento, ci sembra doveroso sentire anche Gabriella Azzalli, leader storica di Rinnovamento. Che, forte del suo record (183 preferenze) dice: “Sono molto soddisfatta per il risultato personale, che premia le mie battaglie di,molti anni. Ma la cosa importante è avere ottenuto il ballottaggio”.

Qui Curtarello. Prende ora la parola Curtarello. “Noi rappresentiamo il cambiamento, non Baldini che ha prodotto una situazione di forte difficoltà. E si vanta pure di essere il più esperto, di conoscere tutti i problemi del territorio, aggrappandosi anche a tante liste civetta che non sono riuscite ad eleggere neppure assessori in carica da dieci anni. Ha detto anche che voleva valorizzare i giovani, ma li ha lasciati fuori dal futuro consiglio, sacrificandoli tutti”. Su quali temi si concentra la sua campagna? “Il lavoro, lo sviluppo, contro la vessazione delle tasse, della burocrazia” Un esempio? “Le spese in discarica per macerie da ristrutturazioni edilizie raggiungono fino a 4 volte il costo applicato nei territori vicini: Soelia non deve essere un gabelliere, ma un volano per l’economia e le imprese”.

Nulla da aggiungere in entrambi i fronti sugli ipotizzati “apparentamenti o accordi” coi grillini. Questo dopo il chiarimento “equidistante” del portavoce pentastellato Luca Bertaccini. Che ha annunciato di “lasciare libertà di scelta ai sui (13,09%- 1554 consensi). Ma Curtarello sostiene di avere con loro “molti punti in comune, su tutti la voglia di cambiare le cose: una opportunità storica, unica – dice – da non lasciarsi sfuggire; mentre chi non vota favorisce il Pd”. Infine l’appello di Baldini, che si fa trovare pronto anche sul web ed al cellullare, si rivolge oltre che ai suoi, fans, chiamati ai seggi per far quadrato attorno al suo nome, anche ed appunto “agli indecisi e ai delusi”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi