Lun 20 Mag 2019 - 898 visite
Stampa

Ferrara Concreta, Bova lancia turismo e cultura tra internazionalizzazione e digitalizzazione

Diversi i punti in programma. Il candidato sindaco di Italia in Comune-Ferrara Concreta: "Temi importanti, soprattutto dal punto di vista economico"

di Davide Soattin

Internazionalizzazione della città, digitalizzazione e utilizzo di nuove tecniche di comunicazione. Questi i punti cardine del programma culturale e turistico promosso da Alberto Bova che, insieme alle candidate al Consiglio comunale Morena Morelli, Carlotta Simoni e Tiziana Agosti, ha incontrato la cittadinanza e discusso le proprie proposte per rinnovare Ferrara e renderla ancora più appetibile agli occhi dei visitatori.

“La cultura e il turismo – ha spiegato l’esponente di Italia in Comune-Ferrara Concreta – sono temi molto importanti per poter avviare la città a una nuova immagine, soprattutto dal punto di vista del tessuto economico. Vere e proprie risorse fondamentali, motivo per cui abbiamo messo in programma diverse iniziative. L’obiettivo sarà anche quello di portare Ferrara all’interno del circuito che già comprende Venezia, Padova e Firenze, dato che molto spesso tanti turisti passano qui e non si fermano mai. Per fare in modo che tutto questo si realizzi, ci sarà bisogno della supervisione dell’Amministrazione comunale insieme al contributo di tutte le associazioni di categoria”.

A partire dal coinvolgimento delle attività commerciali e delle imprese private ferraresi, con quest’ultime che dovranno essere attive in modo tale da sponsorizzare eventi culturali e artistici di vario genere, laddove i soldi pubblici non riusciranno ad arrivare. Importante sarà anche avere un polo unico che in accordo con l’assessorato alla Cultura e al Turismo potrà organizzare materialmente e coordinare tutte le iniziative che saranno programmate, unitamente alla necessità di ricavare degli spazi che permetteranno di sperimentare attività culturali e rilanciare diverse zone della città, anche con eventi di vario genere che andranno a interessare per esempio le periferie e le aree più marginali.

Strettamente necessario, secondo i rappresentanti della lista di Bova, sarà poi dare una ritoccata alle segnaletiche stradali, che dovranno essere più chiare nelle frazioni e in città per far si che i turisti vengano accolti dignitosamente, e insieme a esse bisognerà potenziare gli autobus su diverse fasce orarie e contestualmente la possibilità di noleggiare biciclette nei pressi della stazione, al fine di rendere il soggiorno dei visitatori più facile possibile, favorendo inoltre la creazione di pacchetti appositi in grado di coniugare attività, servizi e musei.

Infine, una notevole porzione di programma verrà destinata alla creazione di iniziative itineranti tali da mettere in mostra culture e artisti emergenti, raccogliendo tutte quelle che sono le nuove mode e le nuove tendenze, per esempio quella della street art, favorendo in questo modo la crescita e l’apertura del bacino d’utenza ferrarese – soprattutto dei più giovani – verso innovativi e più ampi orizzonti culturali e artistici.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi