Dom 19 Mag 2019 - 1244 visite
Stampa

La Fials: “Il presidio ospedaliero di Argenta perde pezzi”

La segretaria Boschetti: “Siamo di fronte ad un evento/intervento isolato o è l’inizio della fine del potenziamento della rete chirurgica degli ospedali periferici?”

Argenta. “Il presidio ospedaliero di Argenta perde pezzi”. Lo afferma, senza troppi di giri di parole, Mirella Boschetti, segretaria del sindacato Fials. Il motivo è il contenuto della comunicazione giunta ai sindacati da parte dell’azienda ospedaliera di Ferrara sulla fine dell’attività chirurgica del giovedì ad Argenta entro il mese di maggio.

“Verrà soppressa, a partire da giugno 2019, la seduta operatoria del giovedì, sinora garantita 
dall’ equipe itinerante di medici chirurghi e di medici anestesisti dipendenti dell’Aosp – rivela Boschetti – È quanto comunica l’Aosp ai sindacati con la nota lapidaria del 13 maggio. Sta già naufragando il progetto di potenziamento dell’attività chirurgica degli ospedali della provincia, che faceva perno sulla stretta collaborazione e condivisione delle risorse tra le due aziende sanitarie, mediate l’ isitutuzione di equipe di medici chirurghi e di medici anestesisti in trasferta?
- chiede retoricamente la sindacalista -. È fallito il progetto di ‘rivoluzionare la chirurgia’ con l’istituzione di una rete chirurgica provinciale, il cui punto di forza stava nell’ impiego di ‘equipe chirugiche mobili’ operanti in più sedi ospedaliere, come annunciato 
nel 2016 e presentato meno di 2 anni fa dai due direttori generali Ausl ed Aosp, durante
 la Ctss del 22 giugno 2017, che doveva essere il rimedio per abbattere i tempi di attesa in chirurgia e ridurre gli esorbitanti costi della mobilità passiva, indotta dalla migrazione dei cittadini ferraresi alla ricerca di prestazioni sanitarie erogate in tempi accettabili, presso altri ospedali fuori provincia e/o fuori regione”.

“Ora – rileva ancora Boschetti in tono polemico – assistiamo all’inversione di rotta, con svolta accentratrice ancora una volta a favore di Cona”. L’azienda, riferisce ancora la segretaria sindacale, avrebbe infatti disposto il “rientro della propria equipe itinerante di medici chirurghi e di medici anestesisti, 
per potenziare l’attività chirurgica a Cona, per tentare ancora una volta di ridurre i tempi di attesa, privando l’ospedale di Argenta della seduta del giovedì”.

“Siamo di fronte ad un evento/intervento isolato o è l’inizio della fine del potenziamento della rete chirurgica degli ospedali periferici?”, chiede ancora Boschetti che sollecita un confronto con la dirigenza dell’azienda ospedaliera.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi