Sab 18 Mag 2019 - 180 visite
Stampa

Masi, Coppola sfida Bizzarri: “Ci vogliamo provare, il nostro è un impegno di cinque anni”

La candidata della civica "MaSì" applaudita dal senatore di Fdi Albero Balboni: "Nei piccoli comuni conta la credibilità. Valentina e la sua squadra ce l'hanno"

di Simone Pesci

Tempo di amministrative anche per il comune di Masi Torello, i cui cittadini il 26 maggio saranno chiamati alle urne per decretare se riconfermare il sindaco uscente Riccardo Bizzarri, o se eleggere Valentina Coppola, che venerdì ha svelato alla cittadinanza alcuni punti del suo programma.

“Nessuno di noi ha esperienza di partito” spiega la candidata sindaco per la lista civica “MaSì” – che come area politica si colloca vicino al centrodestra, come si evince dalla presenza in fase di presentazione di Alberto Balboni e Mauro Malaguti, rispettivamente senatore e coordinatore provinciale di Fdi – parlando dei suoi sostenitori. Per tanti di loro questa, di fatto, è la prima esperienza anche se non mancano figure navigate nella politica, come Marco Rizzati e Massimo Pezzuolo.

“Speriamo che le persone ci riconoscano per quello che siamo, Masi Torello mi ha accolto nel 1982 ed è ora di restituire qualcosa” afferma ancora Coppola. Il programma, “condiviso con le persone che ci hanno esposto criticità e contenuti positivi da migliorare”, parte innanzitutto dalla politiche sociali, perché “bisogna dare sostegno alle famiglie: ce ne sono sempre di più che fanno fatica e sono sempre più numerosi i casi di fragilità sociale”. Si passa poi alla proposta di implementare le attività sportive e culturali, in modo tale che “non ci sia più bisogno di andare a Ferrara, rimanere sul territorio fa risparmiare tempo, soldi e lo favorisce”.

Fra i tanti punti rientrano la revisione delle politiche fiscali – “alle tasse che paghiamo deve corrispondere un servizio di qualità” -, e una maggior attenzione alla viabilità e alla sicurezza stradale: “Abbiamo raccolto alcune istanze dei cittadini, soprattutto a Masi San Giacomo dove c’è il problema del cavalcavia sul quale le persone che escono dalla superstrada vanno a velocità folli”. Coppola si ferma qui, ma in realtà il programma è molto più ampio e spunta anche la proposta di istituire un tavolo condiviso con le varie associazioni locali presenti sul territorio.

“Ci vogliamo provare, il nostro è un impegno di cinque anni anche se saremo all’opposizione” conclude la candidata, applaudita anche da Alberto Balboni: “E’ una persona (parla di Coppola ai cittadini, ndr), che mi ha favorevolmente impressionato. C’è un bel gruppo di giovani affiancati da persone di esperienza. Masi è un piccolo comune, contano poco i partiti ma contano le persone e la loro credibilità: mi sembra che Valentina e la sua squadra ce l’abbiano. E sono anche persone coerenti, che hanno una visione comune per i problemi piccoli e grandi”. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi