Gio 16 Mag 2019 - 2593 visite
Stampa

Il giovane Cavallini lancia una start-up al 100% ‘Made in Fe’

L'imprenditore ha presentato una linea di cosmetici la cui produzione coinvolge più realtà locali. Benatti (Cna): "Sia da esempio ai giovani che vogliono scommettere su loro stessi"

di Simone Pesci

Il tessuto imprenditoriale ferrarese prova a rialzare la testa con le intuizioni dei giovani. E’ il caso dell’Officina Cosmetica Estense, ideata da Francesco Cavallini, che circa un anno a mezzo fa ha avuto l’illuminazione di produrre una linea di cosmetici a base di bava di chiocciola, nominata “Il secreto di Aspersa”.

Per ora la produzione riguarda un detergente viso, una maschera gelée e una crema per il viso, che in un mese compariranno sugli scaffali delle farmacie comunali, ma al di là di questo, Cavallini con il supporto di Cna, è riuscito a creare una filiera al 100% ferrarese. Da una intuizione, infatti, il giovane ha coinvolto Unife, che a cascata ha inglobato nel percorso la startup ferrarese Helix Pharma, specializzata nella produzione di secreto di chiocciola, l’azienda agricola Corte Frazza di Vigarano Mainarda che alleva gli animali, la Global Cosmesi di Vigarano Mainarda, l’agenzia Brain per la valorizzazione della parte grafica e la tipografia Sate, che si è occupata del packaging. Bper, invece, ha aiutato fattivamente la realizzazione del progetto con i propri strumenti creditizi.

“Questo progetto sta funzionando nella sua fase di start-up perché ha messo insieme quello che si deve mettere insieme: che sia di esempio per tanti ragazzi e ragazze che vogliono scommettere su loro stessi”  commenta il direttore provinciale di Cna Diego Benatti. Il progetto ha catturato da subito sia l’attenzione dell’Afm – le farmacie comunali che metteranno in vendita il prodotto – sia quella dell’Associazione titolari di farmacia provinciale, ma qui starà ai singoli esercenti decidere se commercializzare i cosmetici.

C’è molta emozione in Francesco Cavallini, che non può fare a meno di ringraziare tutti gli attori che hanno permesso la creazione di questa filiera completamente ‘Made in Fe’, e soprattutto Cna che “ci ha preso per mano dalla fase embrionale, ci ha appoggiato e accompagnato nel progetto economico e finanziario dell’Officina Cosmetica Estense, nato con l’idea di offrire al mercato un prodotto di alta qualità non ancora presente”.

“In sintesi abbiamo presentato un master universitario: ci sono tutte le componenti dalla ricerca fino alla commercializzazione” riferisce il presidente di Cna Ferrara Davide Bellotti, soddisfatto per molteplici motivi. Innanzitutto, sottolinea Bellotti, “il nostro mestiere è quello di riuscire ad avere un ruolo importante di coordinamento e accompagnamento nell’azione di tipo imprenditoriale”, e poi perché il progetto fa “rete e filiera, e Cna si muove e si caratterizza sotto questi aspetti”. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi