Ven 3 Mag 2019 - 161 visite
Stampa

Poggio per due giorni capitale europea delle arti marziali

La manifestazione vedrà atleti dai 6 ai 60 anni sfidarsi nelle varie discipline

Poggio Renatico. 600 atleti in totale, dei quali circa 350 provenienti da altri Paesi europei, delegazioni ufficiali delle federazioni di Francia, Germania, Austria, Liechtenstein, Ungheria, Repubblica Ceca e Portogallo, atleti e maestri da Ucraina, Russia, Montenegro e Marocco e 600 titoli in palio nelle varie categorie dilettantistiche oltre a 10 titoli europei.

È questo ciò che impegnerà la palestra di via Testi a Poggio Renatico sabato 4 e domenica 5 maggio per la settima edizione del contest di arti marziali che da 3 anni è anche un campionato europeo di diverse categorie, la ‘European Cup Italy’.

La manifestazione, svelata in municipio a Poggio Renatico martedì, vedrà atleti dai 6 ai 60 anni sfidarsi nelle varie discipline della arti marziali: Karate, Forme, MMA light, Self Defence, Pointfight, Light contact, Kick light, Oriental Boxing e Kickboxing.

“La manifestazione si terrà a partire dalle 11 di sabato mattina nell’impianto di via Testi dove verranno allestite quattro aree di gara con il tatami e un ring per gli sport da contatto pieno. Anche i premi sono prestigiosi, e l’organizzazione è curata direttamente dalla fondazione mondiale, la WMAC”, ha spiegato Mauro De Marchi — in arte ‘Zio Kick’ — nel corso della presentazione, facendosi poi sfuggire un tocco di eccitazione: “Quest’anno abbiamo veramente fatto il botto, abbiamo dovuto avviare delle convenzioni con diversi alberghi, e nel 2020 vogliamo organizzare una coppa del mondo”.

Le gare, per la prima volta in Italia, verranno monitorate tramite software e maxischermi per mostrare in tempo reale i punteggi assegnati dai giudici di gara ed evitare che i tempi prestabiliti si elasticizzino.

“Voglio poi ringraziare l’amministrazione per la collaborazione, come tutti gli anni si è messa a disposizione e si è spesa per darci una mano nonostante le ristrettezze che tutti sappiamo delle amministrazioni pubbliche”, ha aggiunto Zio Kick.

“Siamo onorati di ospitare quest’evento da tempo sul nostro territorio, che ogni anno assume dimensioni sempre più rilevanti a testamento della bravura degli organizzatori”, ha risposto il sindaco di Poggio Renatico Daniele Garuti che poi ha ricordato che “questa è una struttura che viene dal terremoto. Abbiamo beneficiato della solidarietà, e restituirla alla comunità è il minimo che si possa fare. Siamo onorati di farci trovare pronti ed essere vicini a chi tanto si dà da fare per valorizzare il nostro territorio”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi