Gio 25 Apr 2019 - 326 visite
Stampa

25 Aprile. Lodi: “Sia momento di coesione senza paternità di ideologie che hanno fatto il loro tempo”

Le parole del sindaco di Terre del Reno durante le celebrazioni della Liberazione. Il parco vicino al Municipio verrà intitolato al paracadutista Mangia

Terre del Reno. Prima a Mirabello e poi a Sant’Agostino, nella mattina di giovedì a Terre del Reno si sono tenute le celebrazioni ufficiali per la 74^ festa della Liberazione.

Il primo appuntamento è stato ai giardinetti pubblici di Mirabello dove la Filarmonica di San Carlo ha eseguito l’inno nazionale e alcuni altri brani, alla presenza del sindaco Roberto Lodi e delle autorità presenti. Successivamente, a Sant’Agostino altra tappa, di nuovo con il repertorio eseguito dalla Filarmonica di San Carlo, ma questa volta marciando dal Comune provvisorio di Terre del Reno fino al parco della Biblioteca di Sant’Agostino, dove Lodi ha poi tenuto un discorso sull’importanza della festa della Liberazione:

“Vorrei che questa festa fosse di tutti, nessuno escluso, e deve diventare un momento di coesione, senza alcuna paternità rivendicata di ideologie che ormai hanno fatto il loro tempo – ha detto il sindaco -. Pur avendo portato a tutti noi moltissimi valori dai quali non ci vogliamo né possiamo staccarci. Quello che siamo è il risultato di quanto accaduto in passato, nel bene e nel male. Ma noi siamo il presente ed abbiamo il dovere di consegnare ai giovani, che sono l’Italia del futuro, importanti risultati che si possono raggiungere solo con la coesione. Affermiamo con forza di essere dalla parte della libertà, dalla parte della nostra Costituzione, dei diritti che tante persone hanno saputo conquistare con la lotta, sacrificando spesso anche la loro stessa vita per i loro ideali.”

Il sindaco ha anche annunciato “in accordo con i Sindaci Bondeno e Vigarano” la futura intestazione  di “alcuni parchi e alcune vie a paracadutisti caduti in un’eroica missione che è avvenuta proprio qui sulle nostre terre dal 20 al 23 aprile. Per cui ho l’onore di annunciare che il parco che sorgerà dinanzi al nuovo Municipio di Terre del Reno sarà intestato a Gino Mangia, paracadutista dello squadrone Folgore, caduto il 25 aprile del’45 durante un’ultima azione bellica. Si era offerto di facilitare, insieme ai partigiani, la liberazione del nostro territorio dall’esercito tedesco”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi