Dom 21 Apr 2019 - 1089 visite
Stampa

Solidarietà alla signora Mazzoni

Egregio Signor Direttore
non ho il piacere di conoscere personalmente la Sig.ra Mazzoni, di recente querelata dall’ex Presidente del Consiglio Renzi, anche se condivido con lei la poco piacevole esperienza per la perdita di parte del mio risparmio famigliare a seguito dell’acquisto di azioni Carife, consigliatomi da un ex collega, per ottenere lo 0,50 per cento in più sul conto di deposito, nel quale avevo parcheggiato la mia liquidazione di ex dipendente del Gruppo Carife; azioni vaporizzate col purtroppo noto decreto denominato (stranamente!) “salvabanche”.

Ammiro la Sig.ra Mazzoni per il coraggio che ha sempre dimostrato, sia pubblicamente che con scritti e parole tendenti in ultima sostanza a riavere quanto era suo.
E’ stato sgradevole leggere sui media che l’ex “potente” primo ministro ha querelato di recente (oltre ad altri) una risparmiatrice TRUFFATA nel suo risparmio di una vita, per il solo fatto che la stessa ha pubblicamente protestato per il “furto del proprio futuro”, a seguito della perdita del proprio risparmio causato dall’azzeramento del valore delle sue azioni Carife, azzerate d’improvviso, con un decreto che avrà si ripianato i conti della banca, ma con probabile potenziale arricchimento delle finanziarie beneficiarie degli NPL ceduti, senza contare il grazioso dono per un euro di una struttura commerciale e quant’altro appartenuto alla banca “risolta”.

Il mio abbraccio ideale di solidarietà e vicinanza alla Sig.ra Mazzoni va a suo merito per il coraggio e la strenua difesa del risparmio tradito da chi per mera ambizione non è stato in grado di proteggerlo, in barba alla tanto decantata “costituzione più bella del mondo”.
Il senno di poi ha dimostrato che i dubbi e le paure dell’esecutivo presieduto da Renzi, per un possibile intervento dell’Europa, si sono rivelati inconsistenti, alla luce della recente sentenza della Corte europea; allora, mi chiedo, chi sono i veri danneggiati dal decreto “salva banche”?

Credo che la Sig.ra Mazzoni abbia tutto il diritto di protestare per quanto le è accaduto, con il sincero augurio che oltre al danno non debba subire anche la beffa da parte di chi ha reso possibile il tradimento del risparmio e della fiducia.

Ringrazio per la gentile attenzione e colgo l’occasione per inviare cordiali saluti.

Lucio Maccapani

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi