Ven 19 Apr 2019 - 703 visite
Stampa

Rese schiave con percosse e voodoo, un arresto a Cento

Maxi operazione dei Carabinieri di Torino: smantellata un'associazione a delinquere che reclutava e sfruttava giovani ragazze nigeriane

(archivio)

Cento. È stato effettuato un arresto anche a Cento nella maxi operazione con la quale i Carabinieri del nucleo investigativo di Torino hanno smantellato un’associazione a delinquere specializzata nella tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento della prostituzione.

Il blitz è avvenuto all’alba di venerdì 19 aprile con l’applicazione della misura cautelare del carcere a carico di 11 persone, 8 donne e 3 uomini, tutte di origine nigeriana.

Le indagini sono state condotte fra il dicembre del 2016 e il febbraio 2018 e hanno consentito di documentare l’esistenza di una rete criminale, articolata e gerarchicamente strutturata che si muoveva tra Italia, Nigeria e Libia).

Le indagini hanno permesso di scoprire il reclutamento di almento 18 giovani donne da introdurre clandestinamente in Italia su percorsi prestabiliti transahariani (con varie tappe in centri smistamento fra Niger e Libia), ai fini dell’imbarco su natanti di fortuna verso l’isola di Lampedusa con successiva destinazione in centri di accoglienza italiani, da dove le giovani venivano poi prelevate dai criminali.

Criminali che poi le riducevano in schiavitù – sia psicologica e fisica – con la forza dei riti di magia voodoo (attuata attraverso ritualità “juju”direttamente in Nigeria), nonché con le percosse e le minacce di ritorsioni ai familiari rimasti in patria.

Le giovani donne, infine, venivano costrette alla prostituzione nella provincia di Torino ai fini di ripagare il prezzo (stimato in 25.000 euro procapite) del viaggio, nonché il “canone” di locazione delle piazzole occupate per l’attività.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi