Mer 17 Apr 2019 - 38 visite
Stampa

Primi ‘patentati’ dei corsi di educazione stradale

Si è tenuta a Renazzo la prova pratica in bicicletta alla quale hanno partecipato le tre classi quinte del plesso

Cento. Nell’ambito del progetto di Educazione alla sicurezza stradale ‘Amici della Strada’, rivolto alla scuola primaria con programma diversificato per età e classe, lunedì 15 aprile si è tenuta a Renazzo la prova pratica in bicicletta, cui hanno partecipato le tre classi quinte del plesso. Nel mese di maggio un fitto calendario di appuntamenti interesserà tutte le altre classi quinte dei plessi di Cento e delle frazioni.

Quest’anno la giornata dedicata alla prova pratica in bici rappresenta il momento conclusivo del progetto di Educazione stradale. L’invito a parteciparvi è stato esteso anche ai genitori e ai nonni, che sono diventati così parte attiva: provvisti di idoneo gilet ad alta visibilità,  hanno presidiato gli incroci del percorso o lo hanno effettuato in bicicletta unendosi ai 4 alunni che lo eseguivano con l’operatore della Polizia Locale; altri hanno coadiuvato gli aiuti nella preparazione dei ciclisti a effettuare la prova. Prima di partire la Polizia Locale ha fatto il controllo dei dispositivi obbligatori della bicicletta.

Prima di eseguire la prova pratica gli studenti hanno svolto, superandolo con successo, un test di teoria di 5 domande a risposta multipla inerenti il comportamento del ciclista e le dotazioni obbligatorie che deve avere la bicicletta.

Al termine ai ragazzi è stato consegnato l’attestato di idoneità ciclistica e il gadget legato alla sicurezza stradale.

Gli alunni hanno dimostrato di avere appreso correttamente le regole di comportamento che deve rispettare il ciclista in strada. Un ringraziamento ai genitori e nonni che si sono resi disponibili e a quelli che pur non potendo intervenire hanno collaborato nell’equipaggiare la bicicletta del proprio figlio con le dotazioni obbligatorie e necessarie per renderla sicura.

Un ringraziamento all’Amministrazione Comunale di Cento, che sostiene il progetto mettendo a disposizione le risorse necessarie, alle insegnanti referenti degli Istituti Comprensivi che collaborano in maniera incisiva nella realizzazione del progetto, alla Croce Rossa Italiana che fornisce l’assistenza sanitaria.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi