Mar 2 Apr 2019 - 151 visite
Stampa

Liberazione di Anita, i festeggiamenti del 74° anniversario

Il programma delle celebrazioni di domenica 7 aprile

Anita. Domenica 7 aprile ad Anita si svolgeranno i festeggiamenti e le celebrazioni in occasione del 74° Anniversario della Liberazione di Anita.

Alle ore 9 partenza da piazza Caduti per la Libertà del corteo per la visita e la deposizione di fiori e corone presso i cippi di piazzale 2 Dicembre 1944 (ex piazzale Madonna Bosco), via Rotta Martinella, passo di S. Alberto, oasi di Boscoforte. Alle ore 10:45 dalla piazzetta Giulio Fabbri il corteo proseguirà con gonfaloni e bandiere per la deposizione di corone e fiori presso i monumenti di piazza Caduti per la Libertà. A seguire interventi dell’Rpc di Anita, e di Piergiorgio Oliani, membro della Presidenza Anpi Provinciale di Ravenna. Chiuderà gli interventi il sindaco di Argenta Antonio Fiorentini.

A seguire si procederà con la cerimonia di messa a dimora della “rosa Anita Garibaldi”, creata da Giulio Pantoli. Il progetto è stato curato dal “Museo e Biblioteca Renzi” di Borghi (Fc) con la collaborazione dell’Istituto Tecnico “Garibaldi – Da Vinci” di Cesena. Proiezione della poesia “Anita è il tuo nome”. «Si tratta di un gesto commovente e di una grande soddisfazione per il Comune di Argenta, ma anche per tutta la Romagna», afferma entusiasta il sindaco Fiorentini «Il progetto della rosa si sta diffondendo rapidamente e ad Anita di Argenta abbiamo voluto cogliere al volo l’occasione per intitolare un ameno giardino nel centro del paese, non solo perché lei ha avuto una grande importanza per il nostro territorio, come dimostra lo stesso toponimo, ma soprattutto per il fatto che come Amministrazione crediamo fermamente nelle virtù e nei valori esemplari che lei rappresenta come donna emancipata: l’integrità morale, la purezza d’animo, il rispetto verso il prossimo e il senso del dovere, nonché l’amore per la patria, per i popoli e per gli oppressi».

I festeggiamenti legati alle tradizioni e al folklore sono sostenuti da Destinazione Turistica Romagna e si svolgono presso il Parco 7 aprile a cura dell’Auser e delle associazioni locali: alle 15.30 con il ballo del liscio e lo spettacolo dei sčiucarén (fruste delle Romagna) e alle 20.30 con una commedia in dialetto romagnolo. Una giornata dedicata ai percorsi della memoria collettiva, al territorio e alle sue peculiarità.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi