Dom 3 Mar 2019 - 1287 visite
Stampa

Un tuffo nel passato alla corte degli Este

Cavalieri, dame, giullari e duchi; grande successo del Carnevale Rinascimentale in centro a Ferrara

di Matteo Bellinazzi

Salto con la macchina del tempo nel pomeriggio di sabato 2 marzo che ha portato i ferraresi a passeggio per il centro storico alla corte degli Este, tra cavalieri, saltimbanchi e dame, per assistere all’arrivo di Lucrezia Estense de Borgia e ai festeggiamenti del carnevale in stile rinascimentale.

Tante le comparse in costume che hanno preso parte al pomeriggio insieme alle immancabili contrade del palio estense, radunate in piazza Castello. Vari gruppetti di interpreti in maschera hanno messo in scena piccoli spettacoli sparsi per le vie del centro per poi radunarsi tutti e dare inizio al Corteo.

La sfilata, partita all’ombra del castello, ha girato attorno al listone accompagnata dal suono delle campane del Duomo suonate a festa, per poi raggiungere lo scalone d’onore di Palazzo Ducale, in piazza Municipale, raccogliendo un gran numero di pubblico venuto ad assistere alla lettura dell’editto di apertura del Carnevale degli Este.

Sempre nella piazza la suggestiva rievocazione di un combattimento tra cavalieri in armatura, curato dai Gruppi Armati del Palio di Ferrara, e a una riedizione di una festa a tema mitologico realmente svoltasi al tempo degli Este. Entrambi gli spettacoli in onore della duchessa Lucrezia Borgia (interpretata da Antonietta Bello), da poco giunta a Ferrara.

Accompagnato dal suono dei tamburini e delle trombe si è poi concluso il tuffo nel passato del pomeriggio ferrarese allietando i tanti spettatori accorsi.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi