Mar 12 Feb 2019 - 444 visite
Stampa

Fochi (M5S): “Poche rastrelliere per le biciclette a Ferrara: che fine hanno fatto gli stanziamenti?”

Interrogazione comunale: "La situazione peggiora, ma c'erano i fondi"

“Chi gira per il centro storico di Ferrara non può fare a meno di notare le biciclette attaccate dappertutto e non solo ordinatamente infilate nelle basse e antiquate rastrelliere a terra, quelle dove si attacca solo la ruota, e che a volte è l’unica cosa che si ritrova quando si ritorna alla postazione di parcheggio”.

Parola del consigliere pentastellato Claudio Fochi, che ha scritto un’interrogazione comunale per esortare la giunta a dotare di più rastrelliere per le biciclette il centro di Ferrara.

Secondo Fochi infatti “a Ferrara si vedono biciclette attaccate alla cattedrale (sì, alla Loggia dei Merciai, sul lato sud del Duomo), alle cancellate e ringhiere di edifici pubblici e privati (anche di fronte al tribunale di via Borgo Leoni, attaccate alla Banca d’Italia, una costante), ai lampioni storici in ferro battuto e dovunque si possa scatenare la fantasia dei ciclisti, pur di ancorarle con il telaio, cercando così di ridurre il rischio di furto, ahimé, endemico. Ma la colpa non è dei ciclisti indisciplinati o con scarso senso del decoro”.

“Che fine hanno fatto le richieste contenute ed approvate – chiede Fochi – nelle Risoluzioni al Bilancio protocollate dal M5S (consigliere Claudio Fochi) con le quali si stanziavano fondi per “nuove rastrelliere e nuovi supporti metallici per ancorare biciclette nel centro storico cittadino riducendo il rischio di furto” e “posizionamento di pompe pubbliche per gonfi aggio biciclette”? Visto che la situazione sopra descritta persiste, anzi peggiora, (come dimostrano anche le fotografie allegate all’atto) il M5S insiste e con una interrogazione chiede riscontri alla giunta estense sulle promesse degli anni e mesi scorsi, fiducioso in una risposta costruttiva”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi