Sab 2 Feb 2019 - 1906 visite
Stampa

Spal, Vagnati fra mercato e grandi notizie: “Lazzari andrà in Nazionale”

Seconda convocazione per l'esterno, che lunedì parteciperà allo stage di Mancini. Il direttore guarda l'ultimo mese: "Grande soddisfazione"

di Simone Pesci

Visibilmente stanco e provato, per il ds della Spal Davide Vagnati è finalmente arrivato il momento di fare un bilancio del mercato appena concluso. “Ho grande soddisfazione, sono stati rispettati i parametri economici e numerici” esordisce il direttore, reduce da giorni di fuoco.

“Dietro – analizza Vagnati, reparto per reparto – siamo andati a rinforzare la squadra mettendo un ragazzo d’esperienza (Regini, ndr), e facendo uscire un ragazzo straordinario che ci ha dato poco per evidenti problemi fisici (Djourou, ndr). In mezzo abbiamo preso Murgia, facendo uscire ragazzi quasi mai utilizzati, mentre davanti è uscito Moncini, che rientrerà a Ferrara dal Cittadella il 1 luglio, ed è stato fatto un investimento di buona rilevanza che è Jankovic”.

Il montenegrino, garantisce Vagnati, è un gioiellino che potrà regalare diverse soddisfazioni alla Spal: “E’ un giocatore dalle caratteristiche diverse, che il nostro allenatore aveva richiesto in sede di mercato. Può fare diversi ruoli, e nonostante sia del 1995 è già titolare della sua Nazionale e ha fatto l’Europa League con il Partizan. Ora si sta allenando regolarmente, sarà a Ferrara la settimana prossima. Già l’anno scorso avevo chiesto informazioni su di lui, voleva la serie A e ha rifiutato situazioni in Ligue 1. La nostra società ha deciso di andare verso il futuro investendo su un giovane, un plauso al segretario Andrea Bernardelli che ha lavorato per far sì che ieri alle 20 prendessimo questo calciatore, perchè prendere extracomunitari non è mai facile”.

E se per Murgia “con la Lazio c’è una stretta di mano per potere continuare il rapporto oltre il 30 giugno, ma parlerà il campo”, il massimo uomo mercato della Spal rivela qualche retroscena dell’ultimo, intenso, mese.

“Ricci – spiega Vagnati – non l’abbiamo fatto perchè abbiamo voluto prendere Jankovic, che può essere un patrimonio della società. Hinteregger sono convinto che è un giocatore importante, è andato al Francoforte ma mi ha mandato un sms dicendosi dispiaciuto perchè voleva venire da noi, ma l’Augsburg ha deciso così. Per Defrel non c’è mai stata l’apertura della Sampdoria, ci siamo solo informati, mentre Luca Pellegrini penso arriverà a grandi livelli: avevamo chiesto informazioni alla Roma perchè c’era stata qualche situazione per un’eventuale partenza di Costa, ma non essendo uscito nessuno non avevamo esigenze”.

Il dirigente non dribbla nemmeno le questioni Giaccherini e Schiattarella, che a gennaio hanno a lungo tenuto banco: “Avevamo parlato più di una volta con il Chievo, ma ci hanno sempre risposto di no. Pasquale lo stimiamo tanto, non ha mai detto non voleva più rimanere alla Spal, e non mi ha mai chiamato nessuna squadra, probabilmente a lui hanno fatto qualche proposta e come è normale che sia ha valutato questa cosa. Tempo fa ci ha detto che voleva rimanere a Ferrara e noi siamo contenti, ci darà una mano fino alla fine”.

La notizia più bella di tutte arriva però da Coverciano, e inorgoglisce sempre più il mondo spallino: “Lazzari lunedì andrà in Nazionale per lo stage organizzato da Mancini. Ci hanno chiamato stamattina e siamo molto contenti”. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi