Dom 27 Gen 2019 - 1689 visite
Stampa

Tagliani: “Minacce da Sgarbi? Finirà come la sua candidatura a sindaco”

Il primo cittadino risponde all'annuncio di querela del critico d'arte dopo la vicenda di Palazzo Diamanti

“Adesso anche le minacce? Sgarbi è alla frutta e non sa come rimediare ad una esautorazione di fatto da parte sua degli organi competenti”.

Il sindaco Tiziano Tagliani risponde così all’annuncio di querela da parte del noto critico d’arte ferrarese in merito alla vicenda del progetto di ampliamento di Palazzo Diamanti, bocciato dal ministero dopo la petizione lanciata dallo Stesso Sgarbi.

Tagliani dichiara di avere rispetto per il dibattito scientifico, ma di non volersi fare intimidire “dal potere mediatico di Vittorio considerando, tra l’altro, che in città questa vicenda sta alienando a lui  tantissime simpatie”.

“Farò il sindaco fino all’ultimo giorno – conclude Tagliani – difendendo quello che credo sia bene per la mia città. Non ho paura o timori, come ho già dimostrato, e comunque noto che Sgarbi si sta calmando: tempo fa diceva che dovevo essere arrestato! Preoccupandomi come allora dico sereni tutti, va a finire come la sua candidatura a sindaco”.

Anche Luigi Vitellio, segretario provinciale del Pad, esterna le sue considerazioni su Sgarbi attraverso Facebook: “Prove di alleanza nella destra ferrarese. Vittorio Sgarbi utilizza l’unica tecnica conosciuta dalle opposizioni: querelare per bloccare il nostro lavoro. Come per il palaspecchi, il campo nomadi, e tanto altro. Dietro la querela: il nulla”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi