Sab 12 Gen 2019 - 295 visite
Stampa

Luigi Negri contro l’occultismo ai Tè letterari di San Benedetto

L'arcivescovo emerito parlerà di una "sfida culturale, educativa e religiosa"

Lunedì 14 gennaio alle 16 al cinema San Benedetto, inizia l’anno dei Tè letterari con un incontro dedicato a un tema poco considerato, ma carico di non trascurabili influenze in termini sia sociali che religiosi. Monsignor Luigi Negri, arcivescovo emerito di Ferrara Comacchio, tratterà dell’“occultismo e religiosità alternative: una sfida culturale, educativa e religiosa”.

Nell’uomo contemporaneo alla ricerca del senso della vita permane un radicale individualismo, anche religioso, e una mentalità consumistica del “voglio tutto e subito” e del “tutto ciò che è possibile è lecito”.

La conseguenza, secondo gli organizzatori, “è che la buona domanda incrocia riposte sbagliate tra le quali quelle del settarismo e dello spiritualismo. Le forme di questo neospiritualismo mutano continuamente e si riconoscono da una parte nella divinizzazione dell’io e dall’altra in tutta una serie di pratiche quali: astrologia, danze e ginnastiche particolari, magia, medicine e terapie alternative o cosiddette dolci, meditazione, sviluppo del potenziale umano, e altre. Per quanto riguarda la fede religiosa si tende a scegliere qualcosa di esotico, eclettico, che, anche se costoso, non sia però eccessivamente impegnativo per la propria ragione e per la propria coscienza”.

L’incontro, a ingresso libero, sarà introdotto da un momento musicale a cura degli allievi del conservatorio Frescobaldi.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi