Lun 3 Dic 2018 - 310 visite
Stampa

Proiezione romana de ‘L’ultimo grido’, web serie di Giuseppe Muroni

Evento organizzato dalla senatrice Pd Paola Boldrini e dall’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara che ne ha curato la consulenza scientifica

Proiezione romana, domani (martedì 4 novembre), de L’ultimo grido, web serie scritta e diretta da Giuseppe Muroni – con Stefano Muroni, Monica Guerritore, Francesca Inaudi, Francesco Montanari – sulla vita degli ebrei italiani al tempo delle leggi razziali prodotta dall’Istituto della Enciclopedia Treccani in collaborazione con Controluce.

L’evento – ore 11, Sala Isma, piazza Capranica – è organizzato in maniera congiunta dalla senatrice Pd, Paola Boldrini, e dall’Istituto di Storia Contemporanea diretto da Anna Quarzi, che ne ha curato la consulenza scientifica. Con interventi di Simonetta della Seta, direttore del Meis e dello stesso Muroni.

Con il ritrovamento e la lettura di quattro lettere, emblema del viaggio che conduce a ritroso nel tempo, vengono rappresenti quattro personaggi rimasti ai margini della storia. Il tutto costruito sul contrasto tra lo spazio privato, e la sua libertà, e lo spazio pubblico, con la conseguente negazione.

Di opera “necessaria” parlano  Boldrini e Quarzi. “Oggi più che mai – il parere della senatrice – è necessario riflettere sulle conseguenze delle leggi razziali emanate 80 anni fa” .  “Senza la conoscenza – il monito di Quarzi –  non possiamo capire e giudicare i fatti della storia”.

Il lavoro è stato patrocinato dal Meis (Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah), dal Cdec (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea), dall’Ucei (Unione Comunità Ebraiche Italiane) e dalla Comunità Ebraica di Ferrara.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi