ven 30 Nov 2018 - 1511 visite
Stampa

Gad. Tagliani: “Critiche legittime, ma meritiamo rispetto per quanto fatto”

Holding cerca un immobile per aprire uno sportello Hera, una biglietteria Tper o una farmacia. Distribuiti 35mila euro alle attività commerciali, dal 1° dicembre in vigore l'ordinanza anti-vetro h24

Distribuzione di 35mila euro a 26 imprese, ordinanza anti-vetro h24 e ricerca di un immobile privato per aprire uno sportello Hera, una biglietteria Tper o una farmacia. Sono le tre nuove azioni messe in campo dall’amministrazione comunale in zona Gad, un “quartiere che merita un’attenzione particolare e che non va abbandonato”.

A parlare è il sindaco Tiziano Tagliani che, “accanto all’attività robusta delle forze dell’ordine”, assicura di “continuare a investire risorse in questa area per attività di prevenzione e iniziative pubbliche perché se non ci crede l’amministrazione non ci crede più nessuno, così abbiamo raccolto l’invito molto forte della cittadinanza ad essere presenti”.

Consapevole delle critiche definite “legittime” – “siamo abituati a raccogliere vibranti proteste politiche assenti di progettualità e ad ascoltare i cittadini con cui andiamo abitualmente a cena al grattacielo” – il primo cittadino invita la collettività intera a “prendere atto dei nostri sforzi, visto che subiamo la pressione di essere gli unici che lavorano per la soluzione del problema e tutto il resto del mondo sembra stare alla finestra”.

Un appello rivolto soprattutto alle categorie imprenditoriali – “non dico che dobbiamo meritarci plausi o riconoscenza ma almeno il rispetto” puntualizza Tagliani – per la messa a disposizione delle risorse: “Nel 2017 abbiamo erogato 86mila euro a progetti di rafforzamento dei sistemi di videosorveglianza e resistenza passiva per dare una mano agli imprenditori che lamentavano costi aggiuntivi per resistere ai furti, 100mila euro a fondo perduto per le startup e altri 100mila euro come contributo per la Tari“.

“Sforzi ripetuti anche quest’anno” con il sostegno al bando da 100mila euro della Camera di Commercio e il doppio bando comunale da 85mila euro per le piccole imprese ferraresi, di cui 35mila euro per le spese di gestione delle attività commerciali in Gad e i restanti 50mila per venire incontro alle perdite di reddito conseguenti ai cantieri di lunga durata nel ponte sul Po e ponte Bailey. “In entrambi i casi abbiamo soddisfatto tutte le richieste (26 quelle pervenute dalla Gad)” annuncia il sindaco.

In questa “valorizzazione dei servizi per tenere accese le luci in Gad”, il Comune ha “chiesto una mano alle società partecipate Holding, Hera e Tper“; un affiancamento che si concretizza nell””avviso pubblico di indagine esplorativa di mercato per l’individuazione di un fabbricato destinato ad uso commerciale e direzionale“, pubblicato dalla Holding per individuare immobili da 60 a 400 mq, ubicati prevalentemente al piano terra lungo l’asse stradale compreso tra l’incrocio di viale IV Novembre e piazzale Castellina, compreso il piazzale della stazione.

“Il bando mira a mettere insieme servizi di qualità di aziende solide e può essere uno stimolo per i proprietari immobiliari per mettersi in gioco nella riqualificazione per il bene del quartiere Giardino” confida l’assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi che ha ricevuto la disponibilità di Hera all’apertura di uno sportello informativo, di Tper al potenziamento del servizio di biglietteria e delle Farmacie comunali all’ampliamento dello spazio commerciale in piazzale della stazione.

A seconda della disponibilità dei privati, che potranno presentare manifestazioni di interesse alla cessione di immobili fino al 31 dicembre, si valuterà come procedere. Nessun dubbio invece per l’integrazione all’ordinanza di divieto di consumo e vendita di bottiglie di vetro che entrerà in vigore già sabato 1° dicembre.

“Rispetto all’ordinanza precedente, in vigore dalle 21, questa sarà valida h24 in un fazzoletto della Gad dove si sono registrati fenomeni di abbandono di vetro” spiega l’assessore al Commercio Roberto Serra che apprezza questa misura “che ci consente di premiare le attività virtuose e penalizzare le attività che incrementano elementi di disturbo alla quiete pubblica per fenomeni di ubriachezza”.

L’ordinanza sarà in vigore fino al 12 aprile nel perimetro via San Giacomo dall’incrocio con corso Piave fino a piazzale della Stazione, via Felisatti fino a viale Po, viale Po – solo lato stazione – fino a viale IV Novembre, viale IV Novembre – solo lato stazione – fino a via Cassoli, via Cassoli – solo esercizi lato stadio – fino a via Ortigara, via Ortigara fino a corso Piave, corso Piave da via Ortigara a via San Giacomo.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi