Lun 12 Nov 2018 - 923 visite
Stampa

L’appello del centrodestra: “Cittadinanza onoraria ad Asia Bibi”

La donna pakistana era stata imprigionata e condannata a morte otto anni fa per blasfemia. Fornasini: "Per noi è un simbolo"

di Simone Pesci

“Dare subito la cittadinanza onoraria ad Asia Bibi”. L’appello, univoco, arriva dal centrodestra – appoggiato dalle associazioni Gad Sicura e Insorgenti – che si è dato appuntamento sotto lo scalone di piazza Municipale per organizzare un presidio in favore della donna pakistana di religione cristiana condannata a morte otto anni fa per blasfemia in un Paese a maggioranza musulmana.

Dopo otto anni di prigionia, Bibi è stata recentemente prosciolta e scarcerata dalla Corte suprema del Pakistan, ma ciò non la mette al sicuro dal rischio di ritorsioni.

“La sua unica colpa è quella di essere cattolica, il sindaco Tagliani dia subito la cittadinanza onoraria a quello che per noi è un simbolo per le persecuzioni subite” avanza il coordinatore provinciale di Forza Italia Matteo Fornasini. Il rappresentante di Fratelli d’Italia Stefano Barbieri rincara la dose: “E’ assordante il silenzio di chi solitamente parla di diritti e uguaglianze su un presidio che riguarda i cittadini, la democrazia e la libertà”.

L’evento organizzato dal centrodestra può essere letto anche come una risposta al flash-mob organizzato il mese scorso in sostegno del sindaco di Riace Mimmo Lucano, per il quale era stata proposta la cittadinanza onoraria. E, puntuale, la stilettata arriva dal segretario comunale della Lega Nicola Lodi: “Oggi era un’occasione per il sindaco e gli assessori che hanno le bacheche Facebook piene di appelli per la cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano. Noi siamo qui senza bandiere, il Pd oggi ha perso un’occasione per avvicinarsi a quelle forze politiche che non la pensano come loro”.

Per Lodi c’è pure dell’altro: “Paolo Calvano è uno dei promotori principali della manifestazione in favore di Asia Bibi organizzata dalle Acli oggi (lunedì 12 novembre ndr) in piazza Re Enzo a Bologna. Allora mi chiedo: Bibi è di serie A a Bologna mentre a Ferrara è di serie B?”. Al presidio erano presenti circa un centinaio di persone, ma ciò che aumenta la soddisfazione del leghista sono “coloro che, passando, hanno applaudito l’iniziativa”. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi