ven 9 Nov 2018 - 1341 visite
Stampa

Pusher arrestato in Gad, aveva ingoiato 5 ovuli di cocaina

In manette un 28enne che ha provato a fuggire durante un controllo dei carabinieri in via Porta Catena

(foto di archivio)

Ha ingerito un ovulo contenente della cocaina mentre scappava da un controllo dei carabinieri che lo avevano appena fermato in via Porta Catena. Ma sia il tentativo di sottrarsi alla legge, sia quello di nascondere la droga non gli sono serviti a molto, dato che per lui – E.M. 28enne proveniente dalla Nigeria, già noto alle forze dell’ordine – sono comunque scattate le manette.

L’arresto è stato effettuato dai militari della stazione di Ferrara nel pomeriggio di mercoledì 7 novembre durante un servizio di controllo della zona Gad.

Durante l’inseguimento, sono stati gli stessi militari a notare che l’uomo aveva ingerito qualcosa e, per questo, una volta bloccato, lo hanno sottoposto a perquisizione personale, che ha consentito di trovare e sequestrare un ovulo di cocaina del peso di 0,50 grammi. Ma era l’ultimo rimasto ‘in libertà’. I carabinieri hanno infatti sospettato che il gesto di poco prima – ingoiare quel qualcosa durante la fuga – fosse servito per nascondere della droga. E il loro intuito è stato premiato poco dopo: portato all’ospedale, il 28 enne è stato sottoposto ad accertamenti medici che hanno permesso di recuperare altri 5 ovuli in cellophane – precedentemente ingeriti – contenenti cocaina del peso complessivo di 2,50 grammi.

L’arrestato, al termine delle procedure, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza, in attesa dell’udienza con rito direttissimo.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi