gio 8 Nov 2018 - 173 visite
Stampa

A Sant’Agostino torna in tavola il ‘re’ tartufo

Dal 9 all’11, dal 16 al 18 e dal 23 al 25 novembre all’oratorio Don Isidoro Ghedini

Novembre. Il mese dei colori ambrati e dei profumi, dei sapori più preziosi e ai palati più esigenti. Il mese in cui l’aroma di tartufo bianco invade le cucine, il Bosco della Panfilia e le sale della Sagra del Tartufo di Sant’Agostino: Tuber Magnatum Pico, re incontrastato della cucina d’autunno, meraviglioso diamante ricoperto di terra.

Preziosissimo ingrediente dalle caratteristiche estremamente uniche, perché mai un tartufo è uguale all’altro: fortemente influenzato dal clima, dall’umidità, dalla terra, dalla pioggia, dal suo uso in cucina… il tartufo bianco finalmente si svela e si fa amare sui piatti tipici della cucina emiliana.

Dal 9 all’11, dal 16 al 18 e dal 23 al 25 novembre, la sagra aspetta all’oratorio Don Isidoro Ghedini gli avventori, che saranno accolti dal tradizionale menù e tantissime novità per stuzzicare i palati più curiosi.

Nelle sole serate di venerdì e domenica sera: tortelloni di zucca al tartufo e l’hambugher gourmet, che torna a grande richiesta dopo il successo della serata evento di settembre. E poi, imperdibile, il Tartufo in Carrozza, un crostino con mozzarella di bufala, acciughe e tartufo nero che si aggiunge alla proposta degli antipasti.

Per prenotazioni: 339.6812551.

Venerdi sera e domenica sera sconto del 10% alle comitive superiori alle 10 persone.

Per informazioni: www.sagratartufo.it, infosagratartufo.gmail.com

Messaggio pubbliredazionale
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi