Ven 26 Ott 2018 - 1165 visite
Stampa

Un pezzo di Ferrara nell’atteso sbarco di Alexa in Italia

L’atteso annuncio di Amazon porta sul mercato dispositivi per tutte le tasche. Ha collaborato anche la 22HBG

Poggio Renatico. C’è anche un pezzo di Ferrara nell’attesissimo arrivo di Alexa di Amazon in Italia. L’atteso annuncio del colosso mondiale dell’e-commerce apre ai pre-order e promette di spedire i suoi ‘regali’ dal 30 ottobre.

Accompagnato dai dispositivi che integrano l’assistente vocale intelligente (Echo, Echo Dot, Echo Plus, Echo Sub, Echo Spot, e Amazon Smart Plug), il lancio di Alexa si appresta a rivoluzionare la vita dei suoi utenti del Belpaese, dai millennials ai più attempati, dagli automobilisti ai non vedenti, dai disabili agli staff aziendali.

E in tutto questo una parte di merito ce l’ha anche la 22HBG, l’azienda della Renovalley fondata da Giannluca Busi. La 22HBG ha infatti collaborato come partner di Amazon nello sviluppo di parte delle applicazioni lanciata nella Penisola dal colosso di Seattle.

“Alexa uscirà in Italia a tutti gli effetti il 30 di ottobre – spiega Busi -, ma noi ci siamo già portati avanti con lo sviluppo di FM World e di altre skill per essere tra i primi a colonizzare la piattaforma Amazon”.

E sul successo di Alexa il manager ferrarese non ha dubbi: “Sempre più persone si stanno avvicinando alle nuove tecnologie dei comandi vocali e degli smart speaker (lo riscontriamo noi stessi da dati effettivi) e con l’arrivo di Amazon Echo il numero di utilizzatori di tali strumenti non potrà che aumentare”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi