Ven 5 Ott 2018 - 552 visite
Stampa

Il Coni premia le stelle più luminose dello sport ferrarese

Un gremito Teatro Nuovo ha fatto da cornice alla tredicesima edizione del Galà dello Sport. Lazzari atleta dell'anno, a Mauro Borghi il Diamante

(foto di Alessandro Castaldi)

di Simone Pesci

In barba alle dicerie popolari che vedono il 13 come numero sfortunato, il Galà dello Sport organizzato dal Coni di Ferrara al tredicesimo appuntamento ha visto un Teatro Nuovo riempirsi di stelle. C’erano proprio tutte, scintillanti più che mai, le stelle dello sport ferrarese, premiate nella consolidata kermesse del Coni estense che si è tenuta sotto gli occhi, oltre che della delegata Luciana Pareschi, del presidente regionale del Coni Umberto Suprani e di tutte le massime autorità civili e militari.

Dopo il riconoscimento a Luca Rambaldi (Fic), subito spazio al piatto forte, le benemerenze nazionali assegnate dalla sede del Coni di Roma. Paolo Braiati, attuale presidente del comitato regionale Figc, e Cosimo Crepaldi, nella Federazione italiana dama dal 1958, si sono visti riconoscere la Stella di bronzo al merito sportivo, mentre a Silvano Roncarati, allenatore della nazionale italiana di rugby dei vigili del fuoco ed ex Cus è andata la Palma di bronzo al merito tecnico.

Medaglia di bronzo al valore tecnico a Giacomo Fortini (Fig), Mattia Nani (Figest), Gian Luigi Bighi e Emanuele Zappaterra (Fipsas), mentre le Farfalle azzurre Alessia Maurelli e Martina Santandrea sono state insignite della medaglia d’oro al valore tecnico.

Un galà che ha strizzato l’occhio anche alle scuole, premiando gli istituti Dante Alighieri, Alda Costa, De Pisis e Perlasca che hanno partecipato a progetti volti alla promozione dello sport per gli alunni disabili, i quali sono stati coinvolti anche nel Progetto Pallamano integrata, che è valso all’Ariosto il premio Coni-Avis.

Caterina Gilli (Fip) è stata la giovane atleta dell’anno, mentre fra i grandi l’ha spuntata Manuel Lazzari della Spal, fresco di convocazione in Nazionale. “Ho iniziato dalla serie D e sono arrivato in serie A, devo ringraziare tutta la società e il mister” ha commentato l’esterno biancazzurro, che ha infiammato scherzosamente la platea in vista della sfida alla Juventus: “Marcare Ronaldo? Nessun problema”. “Portare un giocatore in Nazionale era oltre i nostri sogni” l’ha virtualmente abbracciato patron Simone Colombarini.

La squadra dell’anno è stata invece la Baltur Cento, che domenica si appresta a vivere l’esordio assoluto nella A2 di basket, dopo la straordinaria cavalcata dello scorso anno. Via via si è giunti fino al premio più prestigioso assegnato al galà, il Diamante che è stato assegnato a Mauro Borghi, da una vita riferimento principale del Canoa Club di Ferrara e con una particolare attenzione al mondo dei disabili.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi