Lun 1 Ott 2018 - 237 visite
Stampa

Un seminario per districarsi tra scienza e fake news

Martedì nella sedei di Confartigianato incontro per i giornalisti ma aperto al pubblico

fake newsChe differenza c’è tra cura e guarigione? Tra esperimento e sperimentazione? Se ne parlerà domani (martedì) al seminario ‘Dai vaccini ai progressi della neurochirurgia. Come informare e informarsi tra fake news e scienza’. Organizzato dall’Ordine dei Giornalisti Emilia Romagna (per i giornalisti, oggi, lunedì, ultimo giorno di iscrizioni), ma aperto al pubblico, mira a fornire gli strumenti per una corretta divulgazione e un altrettanto corretto apprendimento di notizie riguardanti la salute e la sanità, stabilendo col cittadino-paziente-lettore – che sempre più spesso ricorre all’auto diagnosi – un rapporto di fiducia.

Moderato da Camilla Ghedini, vedrà relatori dell’eccellenza. Fabrizio Binacchi, direttore regionale Rai Emilia Romagna, che si focalizzerà sulle parole della salute tra etica ed estetica e sulla necessità di non creare false aspettative nei malati e negli utenti; Michele Cassetta, medico e giornalista televisivo, che tratterà di alfabetizzazione sanitaria tra ostacoli e opportunità e dell’importanza della comunicazione medico paziente – che dovrebbe evitare pessimismi, ottimismi, freddezza – materia di cui è peraltro docente Unibo; Pasquale De Bonis, neurochirurgo del Sant’Anna e direttore della Scuola di Specializzazione di Neurochirurgia Unife, che ricorrendo anche agli errori diffusi dalle serie tv, si concentrerà sui luoghi comuni da debellare, su come raccontare i progressi della scienza tra timori e allarmismi, sulla chirurgia robotica, sul significato di ‘cure alternative’ e sulle cellule staminali tra realtà e mito. L’incontro si terrà alle 14.30 alla Sala Zarri della Confartigianato (Via Veneziani 1).

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa