mer 26 Set 2018 - 128 visite
Stampa

Organizzare bene l’allestimento di una nuova casa: consigli

Quando si entra in un nuovo appartamento, anche se il trasloco degli arredi e dei propri beni da una casa all’altra è stato fatto, i lavori sono tutt’altro che conclusi. Da una parte vanno rimontati tutti i mobili tenuti dal vecchio appartamento e dall’altra vanno inseriti nuovi arredi. Non sempre, infatti, si riesce a portare tutto il mobilio con sé, specialmente per quanto riguarda, per esempio, la cucina, la camera o la parete attrezzata del soggiorno. A volte sono richieste anche delle modifiche per far sì che tutto si adatti alla perfezione.

Smontare e montare i mobili, o modificarli, non è un lavoro facile e, per questo motivo, è sempre consigliato non metterci mano, a meno che non si abbia esperienza in questo campo. Smontare i mobili adeguatamente permette di trasportarli più facilmente e fa sì che non si danneggino, per questo è, in un certo senso, la parte più delicata di un trasloco.

Questo è fondamentale specialmente se si devono spostare da appartamenti in grandi palazzine, con giroscale stretti o a piani sopraelevati, come accade spesso nelle grandi città come Roma. Un corretto montaggio, sicuro e saldo, è fondamentale non solo per la sicurezza delle persone e dei propri oggetti che vi vanno conservati, ma anche per avere un mobile che duri a lungo.

Smontaggio e montaggio: come farlo in modo sicuro

Se per quanto riguarda l’imballo dei propri oggetti e soprammobili, e per il trasporto di questi, è possibile far da sé, per il montaggio dei mobili si consiglia sempre di rivolgersi a una ditta specializzata o a personale esperto. Gli arredi sono come puzzle, ogni parte piccolissima o grande va montata in un modo preciso e corretto, altrimenti l’estetica, la stabilità, la praticità degli stessi ne risulta compromessa.

Per trovare una ditta o un libero professionista specializzato in montaggio di mobili è possibile avvalersi di portali come Vicker. Qui è sufficiente inserire il tipo di professionista cercato, la propria città (es. Roma) e si ottiene una lista di contatti come questa: https://www.vicker.org/categorie/montaggio-mobili/roma/roma. Ogni professionista è recensito da chi se ne è servito e c’è una scheda con tutti i dettagli che possono aiutare nella scelta. Con il pulsante “Contatta” è possibile comunicare direttamente con questo professionista.

Per queste operazioni è consigliato prendere appuntamento per il giorno in cui si è sicuri di avere tutto quello che va montato in casa. Se, quindi, ci sono arredi che devono essere consegnati da rivenditori tramite corriere è bene chiamare la ditta per il giorno dopo la consegna. Per avere un preventivo corretto ed essere sicuri di non incorrere in sorprese è bene indicare tutto quello che va montato e, soprattutto, se sono necessari dei lavori di modifica degli arredi.

Precauzioni e consigli affinché tutto vada nel verso giusto

Quando si smontano i mobili è indispensabile prestare la massima cautela, segnando nel dubbio con dello scotch carta la posizione delle varie parti: a volte la memoria inganna o non è sufficiente a ricordare bene la struttura. Se si fa una foto, è ancora meglio. Viti, tasselli e piccoli pezzi vanno imbustati e conservati con attenzione perché è facile che vadano persi. Quando viene consegnata la merce è consigliato già mettere il mobile smontato nella stanza dove andrà poi riposto: una volta montato potrebbe non passare più dalle porte, quindi, va montato già nell’ambiente corretto.

Quando si richiedono modifiche agli arredi è fondamentale avere indicazioni precise. Questo perché chi si occupa di questo lavoro, non è un designer o un architetto ed esegue semplicemente le indicazioni che gli vengono date. Nel montaggio della cucina, ad esempio, se si vuole invertire l’ordine delle componenti (spesso accade) per ottimizzarne la funzionalità è bene fare il calcolo preciso delle dimensioni e della corrispondenza fra componenti a terra e pensili.

Se vengono installati elettrodomestici è indispensabile considerare la posizione delle prese di corrente: può essere indispensabile richiedere l’intervento anche di un elettricista o l’uso di prolunghe. Lo stesso si può dire per gli scarichi idraulici, che possono richiedere l’intervento di uno specialista.

Messaggio pubbliredazionale
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi