ven 14 Set 2018 - 87 visite
Stampa

Anno da record per i corsi estivi di italiano per ragazzi stranieri

Consegnati gli attestati di frequenza agli oltre 120 alunni dei laboratori alla scuola Govoni e al Grattacielo

Lo scorso sabato 8 settembre, nel salone della scuola C. Govoni si è conclusa con la festosa cerimonia di consegna degli attestati di frequenza la decima edizione della Scuola estiva di italiano per i bambini e i ragazzi di origine straniera iscritti alle scuole primarie e medie ferraresi.

Quella dell’estate 2018 è stata sicuramente l’edizione record da quando hanno preso il via nel 2009 i primi corsi estivi di italiano. Gli iscritti hanno infatti raggiunto quest’anno la cifra di 122 alunni e così, per 9 settimane, dal 2 luglio al 5 settembre con la sola interruzione del periodo di ferragosto, 80 bambini da 6 a 10 anni hanno frequentato i corsi estivi all’interno della scuola statale primaria C. Govoni, mentre 42 ragazzi iscritti alle medie inferiori la Sala Polivalente del Grattacielo.

Per tutta l’estate i primi tre giorni della settimana gli allievi sono stati suddivisi in nove “classi” diverse per età e conoscenza di partenza dell’italiano e ogni giorno, dalle 9 alle 12, hanno seguito lezioni di lingua italiana. Il giovedì e il venerdì mattina l’apprendimento dell’italiano è proseguito con la proposta di attività laboratoriali di diverso genere (teatrale, musicale, sportivo e artistico) che hanno consentito di esercitare la lingua italiana in un contesto ludico, emotivo e relazionale più articolato. Sia nelle lezioni che nei laboratori la frequenza è stata sempre assidua e l’impegno di bambini e ragazzi non è mai venuto meno per tutta l’estate, consentendo di migliorare sensibilmente competenze linguistiche che si renderanno preziose quando dalla prossima settimana tutti inizieranno un nuovo anno di scuola.

L’incontro di sabato scorso alla presenza, oltre che delle famiglie dei ragazzi, delle autorità scolastiche e comunali ha avuto quindi il sapore di un riconoscimento all’impegno profuso durante tutta l’estate da questi bambini e ragazzi, con l’obiettivo esplicito di migliorare le loro performance scolastiche. La ricaduta dei corsi della Scuola Estiva sulle attività scolastiche è stata peraltro rilevata e apprezzata in questi anni dagli insegnanti delle scuole di tutta la città, in quanto consente di ridurre lo svantaggio e il disagio dei ragazzi neo-arrivati nel momento del loro primo ingresso nella scuola italiana, facilitando nel contempo il lavoro dei loro insegnanti. Inoltre per gli alunni già in Italia da qualche tempo, il lavoro estivo sulla lingua italiana risulta essere una importante opportunità di pratica della lingua, di rafforzamento e sviluppo degli apprendimenti in L2 oltre che uno spazio di relazioni significative, di attenzione ai bisogni della crescita, di cura e supporto all’evoluzione personale di ciascun bambino e ragazzo.

La Scuola estiva è una proposta educativa sostenuta e voluta dal Comune di Ferrara (Ufficio alunni stranieri della Istituzione Servizi Educativi Scolastici e per le Famiglie e Progetto “Ferrara città solidale e sicura” dell’Assessorato Politiche Sociali – Centro di Mediazione) e dall’Associazione Viale K Onlus, realizzata in stretta collaborazione con l’Istituto Comprensivo “C. Govoni”. Alla sua realizzazione contribuiscono anche Anolf-Ferrara, il Rotary Club Ferrara Est, Auser e Agire Sociale-Centro Servizi per il Volontariato ed è quindi un’esperienza di lavoro di rete di particolare efficacia e qualità, cui guardano con attenzione e si ispirano altre città italiane. Anche per questo, in occasione del decennale della Scuola estiva, l’Ufficio Alunni stranieri della Istituzione Servizi Educativi del Comune di Ferrara ha promosso la realizzazione di un video di documentazione che può costituire un utile strumento di stimolo e diffusione di questa importante esperienza di cui la nostra città può essere meritatamente fiera e che mette a frutto la riflessione più avanzata sulla didattica della L2 e sulle relazioni interculturali, offrendo spazi e opportunità di integrazione, crescita e conoscenza agli alunni che provengono da percorsi migratori.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi