mer 11 Lug 2018 - 981 visite
Stampa

Cercano il contatto fisico con un connazionale trovato senza documenti

Due stranieri arrestati per resistenza a pubblico ufficiale a seguito di un normale controllo

(foto di archivio)

Hanno probabilmente evitato che si verificasse una rissa, generata dallo scontento di alcuni cittadini nigeriani verso un connazionale, appena fermato dalle forze dell’ordine e trovato senza documenti. È stato un controllo non privo di pensieri quello effettuato ieri in zona Gad dal personale dell’Esercito e della polizia di Stato.

Una pattuglia di militari – che opera nell’ambito dell’operazione “Strade sicure” – ha fermato due cittadini nigeriani per un controllo. Durante le operazioni di identificazione, è emerso che uno di essi fosse privo di documenti, per cui è stata chiamata in ausilio una pattuglia della squadra Volanti.

E mentre il personale della polizia si apprestava ad operare l’accompagnamento in Questura del giovane – un 22enne nigeriano -, alcuni suoi connazionali, estranei al controllo, hanno iniziato a manifestare tutto il loro disappunto nei confronti del fermato, al punto che le forze dell’ordine presenti si sono dovute adoperare per impedire addirittura che si arrivasse al contatto fisico.  Ma, nonostante i numerosi inviti alla calma, due dei sopraggiunti dei componenti del gruppo di ‘contestatori’ hanno persistito nel tentativo di avvicinare il 22enne,  contrastando in maniera decisa tutto il personale in divisa che si è visto costretto a vincere la condotta violenta riuscendo a bloccare due nigeriani, uno di 31 anni ed uno di 29 anni che, per liberarsi dalla presa degli agenti, hanno iniziato a scalciare e divincolarsi con le braccia.

Alla fine, sono stati bloccati, portati in questura e arrestati per resistenza a pubblico ufficiale.

La collaborazione delle Forze dell’Ordine, in particolare tra il personale dell’Esercito e la Polizia di Stato, dall’inizio dell’anno ha portato all’arresto di una decina di persone.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi