Gio 5 Lug 2018 - 121 visite
Stampa

Attività fisica alla Coccinella Gialla, “trampolino di lancio per il futuro” 

Presentati i risultati del progetto finalizzato a percorsi motori per giovani adulti con disabilità 

di Serena Vezzani 

Cento. Sono stati presentati mercoledì presso il Csr Coccinella Gialla di Cento i risultati del progetto “Percorsi di attività fisica adattata per giovani adulti con disabilità congenite o acquisite”: finanziato dalla Regione e realizzato da Esercizio vita, con la collaborazione di Coccinella gialla, il Pilacà di Cento e il centro Perez di Ferrara, è finalizzato al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona disabile.

Per 4 mesi, gli utenti sono stati infatti sottoposti a un’attività motoria controllata e supervisionata da professionisti, con un piano di lavoro personalizzato allo scopo di ottenere il miglior risultato rispetto alle condizioni oggettive di partenza: tenuti in considerazione dunque il grado di autonomia motoria, la percezione di limiti e potenzialità, eventuali fattori di rischio, indicazioni specifiche del medico curante e fattori ambientali.

Un progetto in via del tutto “sperimentale” ma orientato al mantenimento dell’autonomia, alla prevenzione di malattie cardiovascolari, allo sviluppo del ritmo, della coordinazione e dell’orientamento.

Test specifici di ingresso sono stati confrontati con i risultati ottenuti al termine del programma: su 32 soggetti reclutati, solo 4 hanno mollato il programma, mentre sui restanti 28 sono stati rilevati significativi progressi in tutti gli ambiti. Aumentata del 13,9% la capacità d’esercizio fisico, del 20,3% la forza degli arti inferiori, del 14,3% l’agilità, dell’8,6% l’equilibrio.

“Nel complesso – dichiara Luca Pomidori, rappresentante della cooperativa Esercizio Vita – l’iniziativa ha suscitato l’interesse e il gradimento di operatori e utenza, rivelandosi compatibile e utile nell’attività quotidiana. Salvo sporadici problemi organizzativi, abbiamo ottenuto un incremento dell’efficacia delle performance, e in futuro riproporremo il programma coinvolgendo anche familiari e operatori cargiver”.

Un progetto che sarà dunque il “primo trampolino di lancio” per altri percorsi simili, secondo la presidente di Anffas Cento Giordana Govoni e il direttore di Coccinella Gialla Michele Bronzino. “Anffas sarà sempre disponibile per interventi come questo, che vanno nella direzione di assicurare una vita dignitosa e maggior benessere”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi