Mer 30 Mag 2018 - 83 visite
Stampa

A 6 anni dal sisma. I geologi: “Ampliare la consapevolezza dei cittadini”

Il presidente dell'ordine regionale: “L’unica prevenzione per la salvaguardia della vita è costruire in maniera antisismica e adeguare le costruzioni esistenti”

“A distanza di 6 anni dal 20 e 29 maggio 2012, molto è stato fatto nell’ambito della ricostruzione; per la prima volta ci si è resi conto dell’importanza delle conoscenze geologiche del nostro territorio e mai come prima si è percepita l’evoluzione del territorio sotto i nostri piedi. Lo sforzo effettuato per ampliare la consapevolezza dei cittadini e adeguare la normativa non basta per assicurare alle future generazioni terremoti senza tragedie. L’unica prevenzione per la salvaguardia della vita è costruire in maniera antisismica e adeguare le costruzioni esistenti”. A dichiararlo è Paride Antolini, presidente dell’Ordine dei geologi dell’Emilia Romagna.

“Lo sforzo di agire sulla sensibilità delle persone su questo tema va continuato e implementato, per spingere le istituzioni a ritenere prioritaria la sicurezza del territorio ed evitare che il tempo ne faccia dissolvere la lezione. Questi momenti molto difficili per il nostro Paese – continua Antolini – faranno passare questo appello in secondo piano ma è nostro compito come Ordine dei Geologi dell’Emilia-Romagna e nell’interesse dei cittadini, mantenere alta l’attenzione e la memoria”.

“E’ importante il monitoraggio geologico/geomorgologico – aggiunge Gilberto Pambianchi, presidente nazionale dei Geomorfologi – costante nel tempo, perché le variazioni naturali e quelle indotte dall’uomo possono far aumentare, anche nel giro di pochi anni, la vulnerabilità di un sito”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa