Mar 1 Mag 2018 - 245 visite
Stampa

Mostra di Simone Lingua all’Idearte Gallery

Proseguono le esposizioni dedicate alla ricerca artistica nel campo della così detta "Arte Esatta o Arte Programmata”

Proseguono all’Idearte Gallery di via Terranuova 41 le mostre dedicate alla ricerca artistica nel campo della così detta “Arte Esatta o Arte Programmata” esplorando, nel grande panorama delle arti visive, nuovi autori in linea con la filosofia della percezione optical-cinetica. Idearte gallery ospita da tempo questo genere di artisti: nel 2014 Stefano Brunello e nel 2016 Nando Stevoli, due ferraresi che in pochi anni hanno scalato la notorietà con standard di prima grandezza a livello nazionale, i due artisti sono ormai trattati da importanti gallerie milanesi come Poleschi e Studio Lattuada, inseriti anche con buon successo in cataloghi di Case d’Asta.

Mercoledì 2 maggio alleore 18 è la volta della mostra personale dell’artista aretino Simone Lingua, artista reduce da importanti mostre parigine ed una installazione acquatica a Bagni Vignoni, sarà inoltre uno dei protagonisti della prossima Biennale d’Arte di Venezia

Simone Lingua all’Idearte gallery presenterà dodici “cupole cinetiche” opere capaci di stimolare un ruolo attivo dell’osservatore che diviene parte integrante dell’opera stessa, leggendo colore e intrecci visivi, tra le forme piene e vuote in un dinamico movimento ottenuto con geometrie specchianti.

Simone Lingua considera le sue opere “studi”, diretti verso la continua ricerca del cinetismo “perfetto”; nascono da intuizioni fatte di concetti minimali, per poi aggiungere elementi che successivamente, se ritenuto opportuno, elimina. Nella sua fase evolutiva artistica attuale, ogni opera realizzata è solo il primo anello di una catena che, utopisticamente, non avrà mai fine.

“Attore e al tempo stesso spettatore, l’artista necessita della percezione di chi osserva a compimento dell’opera che solo allora si esprimerà nella sua unicità, mai uguale a se stessa. L’ arte cinetica è una forma d’arte plastica nella quale il movimento delle forme, dei colori, dei piani, è il mezzo per ottenere un insieme mutevole. Lo scopo dell’arte cinetica non è quindi quello di ottenere una composizione fissa e definitiva” (Bruno Munari Domus n. 422, gennaio 1965)

Idearte Gallery via Terranuova 41 tel.0535186276

Opening Mercoledì 2 maggio ore 18 con apertura quotidiana 10–12.30 e dalle 17 alle 19 sabato e domenica su appuntamento.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa