mar 17 Apr 2018 - 2003 visite
Stampa

La ferrarese Matilde Neri è campionessa italiana di nuoto sincronizzato

L'allenatrice Francesca Crisci: "Quello che si è compiuto è un vero miracolo, senza precedenti"

Bondeno. “Faccio i complimenti, a nome della città, a Matilde Neri. Una giovane atleta che ancora una volta ha saputo portare in alto i nostri colori, con una prestazione straordinaria ai campionati italiani di categoria”.

Sono arrivati anche i complimenti del sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini, per Matilde Neri (Polisportiva Chi gioca alzi la mano) che ha conquistato nel fine settimana il titolo italiano nella categoria “ragazze” di nuoto sincronizzato, ai campionati nazionali Fin disputatisi a Pietralata (Roma).

Matilde Neri ha sbaragliato un’agguerrita concorrenza, con 388 atlete iscritte alle gare tricolore, in una prova che prevedeva soltanto esercizi obbligati, eseguiti senza sbavature dall’atleta di Bondeno. La quale ha preceduto di un punto abbondante assegnatole dalla giuria Susanna Pedrotti (Asd Busto Nuoto) e Giulia Francesca Tessitore (Forum Sport Center).

Un risultato che va oltre i confini locali, dal momento che quella arrivata è la prima medaglia d’oro dell’Emilia-Romagna nella storia dei campionati e che le atlete che si sono date battaglie sono il fior fiore del nuoto “sincro”, dal quale estrarre la squadra azzurra per le prossime Olimpiadi. “Ancora una volta – aggiunge il vicesindaco con delega allo sport, Simone Saletti – le nostre società sportive dimostrano il valore assoluto del loro lavoro e del loro impegno, profuso da tanti volontari, raccogliendo i giusti meriti e risultati”. Matilde Neri, che sarà prossimamente premiata in municipio dall’amministrazione, è seguita dall’allenatrice Francesca Crisci.

“Quello che si è compiuto è un vero miracolo, senza precedenti – dice l’allenatrice –. Non stiamo parlando di propaganda o settore amatoriale, ma del campionato italiano Fin agonistica di nuoto sincronizzato della categoria ragazze: da qui in su si formano le “vere atlete”. Matilde (che ha 13 anni) ha fatto una gara perfetta, senza sbagliare niente. E non è stata nemmeno fortunata con l’ordine di partenza poiché è partita con la figura più difficile, lasciando per ultima la più lunga e lenta, arrivando ad affrontare quasi 8 ore di gara. Eppure è rimasta concentrata e perfetta fino alla fine, come i grandi atleti”.

Il trionfo arriva a suggello del 18° anno in cui a Bondeno si pratica il nuoto sincronizzato agonistico. «E’ stata una vittoria totalmente inaspettata – conclude Crisci – ed eravamo talmente felici ed emozionate che il pubblico ci ha fatto un grande applauso e si sono tutti commossi insieme a noi!”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi