Lun 26 Mar 2018 - 173 visite
Stampa

Mafie e legalità. Studenti in vista alle terre di don Diana

Gli alunni della scuola "Il Guercino" andranno nei territori confiscati alla Camorra e restituiti alla collettività

Cento. Ultima iniziativa del nutrito calendario di eventi del calendario ideato in occasione della 23ª edizione ‘Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie’.

Lunedì 26 e martedì 27 marzo ‘Sulle orme della legalità’: la classe 5 B della scuola primaria ‘Il Guercino’ di Cento, a conclusione del percorso legato alla legalità ‘Felici e Legali’, andrà in visita alle terre di don Peppe Diana: territori confiscati alla Camorra e restituiti alla collettività.

È prevista la visita alla cooperativa sociale di Simmaco Perillo a Sessa Aurunca, ‘Al di la’ dei sogni’, alla reggia di Carditello ‘gestita’ da Agenda 21 e la visita della fattoria didattica Fuori di zucca ad Aversa che nasce presso l’ex manicomio. Infine i bambini e le insegnanti incontreranno Ciro Corona che a Scampia ha realizzato all’interno di un edificio tolto alla camorra una Officina delle culture in cui raccoglie i ragazzi dalla strada. La classe porterà in dono dei libri per il loro doposcuola.

Mercoledì 21 marzo, il Comune di Cento, era presente con una rappresentanza di giovani cittadini alla manifestazione regionale organizzata da Libera a Parma: vi hanno partecipato gli studenti dell’Isit Bassi – Burgatti e una classe della scuola primaria Il Guercino di Cento insieme al Presidio Libera del Centopievese.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi