Gio 1 Mar 2018 - 1003 visite
Stampa

In arrivo 60 stabilizzazioni per i Vigili del Fuoco precari

Dieci saranno a Bondeno, Boldrini: "L'obiettivo è completare le carenze attuali grazie a una programmazione pluriennale"

Bondeno. “Questo appuntamento, secondo alcune prassi elettorali, avrebbe dovuto essere fatto prima e non dopo. Prima per promettere il risultato e ottenere il consenso. Invece, stasera, siamo qui a traguardo raggiunto, a titolo informativo, dopo un lavoro svolto tanto silenziosamente quando velocemente in Parlamento da Paola Boldrini e altri suoi colleghi”.

Così Mirko Bertelli, del Corpo dei Vigili del Fuoco Precari, ha aperto martedì sera, nella sede Pd – presente anche il segretario locale, Tommaso Corradi – l’incontro con la deputata Pd, Paola Boldrini, candidata al Senato nel collegio plurinominale Emilia Romagna 2, comprensivo di tutto l’Alto Ferrarese, quindi Bondeno, Cento, Poggio Renatico, Terre del Reno, Vigarano Mainarda.

Con l’approvazione della legge di bilancio 2018, che ha recepito l’emendamento teso all’incremento delle assunzioni nel corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, sul territorio – tra sede centrale e distaccamenti – sono 60 i volontari e discontinui – 10 dei quali della città matildica – che hanno i requisiti per ambire alla stabilizzazione. Gli uffici tecnici del Ministero, ha anticipato Boldrini, stanno predisponendo il regolamento per l’accesso alle graduatorie, ma entro l’autunno 2018 l’iter sarà concluso.

“In questo modo – il commento di Boldrini ai presenti – diamo ancor più valore al concetto di sicurezza, perché nella misura in cui facciamo affidamento su personale già preparato e formato, la tutela è sia per il lavoratore che per la comunità”. Boldrini ha ricordato come il provvedimento – che rientra in capitoli di bilancio dedicati al potenziamento di tutte forze dell’ordine, con sblocco del turnover e valorizzazione delle carriere – sia un importante segnale di considerazione per un corpo, quello dei Vigili del Fuoco, sempre pronto in caso di calamità. E ha ricordato il terremoto. «Il nostro obiettivo – la chiosa – è andare verso una continua stabilizzazione che, grazie a una programmazione pluriennale, possa coprire e completare le carenze attuali, dovute anche ai pensionamenti“. 

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi