Sab 10 Feb 2018 - 3344 visite
Stampa

Riconoscimento Lea, percorso spianato per la fibromialgia

Il gruppo La Fenice ha incontrato la deputata Pd Paola Boldrini

Un incontro con i vertici del Gruppo La Fenice Fibromialgia per fare il punto sull’inserimento della sindrome – di cui soffrono più di due milioni di italiani, tra cui migliaia di ferraresi – tra le malattie croniche riconosciute nei Lea (livelli essenziali di assistenza), da cui è fin qui stata esclusa, ma all’attenzione della commissione aggiornamento.

E’ quello avvenuto con la deputata Pd, Paola Boldrini, candidata al Senato – e prima firmataria di una risoluzione presentata in Commissione Sanità e Affari Sociali – che lo ha definito «un traguardo importante e impensabile fino a un paio di anni fa, quando di questa patologia non si parlava». Sottolineando anche l’impegno del consigliere regionale Pd, Paolo Calvano, e la recente diffusione delle linee guida da parte della Regione Emilia Romagna, Boldrini si è detta fiduciosa.

L’obiettivo, «raggiungibile», ha confermato al Gruppo La Fenice, «è assegnare un codice identificativo di patologia; inserirla nei Lea; adottare misure e tempistiche  per definirne la cronicità, così da garantire l’esenzione di determinate prestazioni di classe A». 

A tema sanità, soddisfazione esprime Boldrini per l’istituzione, in Unife, del Centro Studi per la Medicina di Genere, che «conferma quanto Ferrara sia all’avanguardia su temi che toccano tutta la popolazione e attengono tanto la formazione dei professionisti quanto la cura dei pazienti». Boldrini ricorda che il Centro, grazie anche al contributo economico del Miur, nasce a poche settimane dall’approvazione della Legge sulla Medicina di Genere che per la prima volta entrerà a fare parte del Sistema Sanitario Nazionale. «Viene così complessivamente riconosciuto l’impegno e il lavoro fatto in collaborazione con Unife e Ausl, che dice molto della sensibilità del nostro territorio».

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi