mer 31 Gen 2018 - 380 visite
Stampa

Antifurto Casa senza fili

L'abitazione, per essere sicura, deve essere protetta in ogni angolo. Questo è possibile grazie a un sistema antifurto composto da antintrusione per l’interno e anti-avvicinamento per le zone esterne

Antifurto abitazioni senza fili

Quando si pensa ad un impianto antifurto, subito si immaginano grandi investimenti economici, non accessibili a tutti. In realtà non è così e, comunque, la sicurezza non ha prezzo.

Oggi giorno grazie agli impianti Wireless, i costi sono stati energicamente abbattuti. Non servono più lavori di muratura, di ripristino, di posizionamento cavi e cose varie. Tutto lavoro superato e dimenticato.

In questi tempi, avere un sistema d’allarme è essenziale per proteggere i propri beni e, perché no, anche se stessi, visto che i delinquenti non si creano remore ad entrare in casa anche in presenza dei proprietari. Il mercato offre sistemi antintrusione all’avanguardia con soluzioni di tutti i generi.

Per avere un risultato ottimo, senza errori o spreco di risorse, è necessario progettare accuratamente l’impianto, in modo che tutta la proprietà sia accuratamente protetta da intrusioni indesiderate.

Lo scopo principale di un antifurto casa senza fili infatti, è quello di impedire l’intrusione e allertare chi ha facoltà di intervenire (istituti di vigilanza o forze dell’ordine). Per questo motivo è necessario rivolgersi a veri professionisti del settore.

Sistema d’allarme professionale: cos’è?

Un sistema d’allarme professionale è formato da diversi componenti che vanno posizionati in punti strategici, con le dovute specifiche.

Ma quali sono queste componenti? Vediamo di elencarle per fare chiarezza:

Rivelatore o sensore: rivela il tentativo d’intrusione nelle zone protette. Si passai dai più comuni sensori a contatto a quelli più tecnologici che funzionano a infrarossi.

Mezzi di dissuasione: sono tutti quegli attrezzi che creano disturbo agli intrusi come le sirene, i diffusori fumogeni o quelli di spray irritante.

L’unità centrale, vero e proprio cervello di tutto il sistema antifurto. È questo l’organo che controlla ed elabora tutte le segnalazioni che provengono dai rivelatori e, in caso di necessità, invia le segnalazioni si soccorso. I segnali, negli impianti di oggi, navigano attraverso la rete di internet, riducendo i costi e velocizzando il segnale.

Gruppo di alimentazione. Fa parte dell’unità centrale ed è dotato di una batteria autonoma che mantiene il funzionamento anche in caso di mancanza momentanea di tensione. L’apparecchio rileva comunque un cambiamento e lo comunica.

Dispositivi d’inserimento come chiavi, tastiere a codice, telecomandi o app specifiche che permettono qualsiasi comando da remoto.

Dispositivi di videoregistrazione. Alcuni impianti possono essere anche muniti di moduli per la videoregistrazione. In genere vengono utilizzati più nell’ambito pubblico come banche, uffici, negozi, ma niente vieta di installarli anche nella propria residenza.

Tutto questo è necessario per predisporre un impianto wireless efficiente e funzionale, ma per installarlo al meglio (e non fare errori che comprometterebbero il buon funzionamento dell’impianto, vanificandone l’installazione) è bene rivolgersi sempre ad uno specialista accreditato e serio.

Esperto, molto valido e preparato in questo settore, è AntifurtoCasa365.it. L’azienda progetta, produce, vende e installa gli allarmi antintrusione senza fili: prodotti di alta qualità anche certificati da noti laboratori accreditati presso la Commissione Europea.

Sistemi allarme Wireless

Linstallazione fatta a regola d’arte richiede regole precise:

– I componenti non vanno posizionati dove capita ma in determinati luoghi, per evitare malfunzionamenti;

– Escludere i luoghi dove si possono creare correnti. I rilevatori volumetrici potrebbero creare un falso allarme recependo il movimento d’aria come uno spostamento fisico;

– Non posizionare i rilevatori antintrusione a contatto magnetico su infissi tremolanti, non stabili, in presenza di tende o tapparelle che possono muoversi. Il tremolio dell’infisso potrebbe attivare il sensore.

– Per gli ambienti esterni valutare insieme ad un tecnico dove e come posizionare i sensori.

Antifurto casa senza fili: a ognuno il suo

Come abbiamo già detto, ogni immobile ha le sue caratteristiche e ogni famiglia le sue necessità quindi ognuno necessita di un impianto allarme diverso e personalizzato.

Le dimensioni della casa, gli spazi esterni, la posizione, le abitudini famigliari, la presenza di animali sono tutte caratteristiche che vanno valutate per poter approdare ad un progetto specifico.

L’antifurto Wireless, ad esempio, è ottimo per l’interno, ma all’esterno potrebbe avere qualche problema. Animali e intemperie possono creare falsi allarmi. Solo gli antifurti Wireless di ultima generazione garantiscono risultati sicuri. D’altronde non si può dimenticare il giardino! Proteggere la casa, ma non lo spazio esterno non ha molto senso. Ecco perchè una buona progettazione parte da queste valutazioni.

I modelli di Antifurto365 sono tutti di elevata tecnologia quindi pronti a rispondere a tutte le necessità e a far fronte a qualsiasi difficoltà o contrattempo.

L’azienda, per la protezione del giardino e delle aree esterne, offre diverse proposte.

Sensori perimetrali che evitano l’avvicinamento del malintenzionato;

Sensori a barriera che creano una barriera invisibile intorno alla casa e se qualcuno cerca di oltrepassarla scatta l’allarme;

Sensori a tenda, utilizzati sopra le porte e le finestre. Proprio grazie alle loro caratteristiche, formano una barriera davanti agli accessi, porte o finestre, in modo che se qualcuno le oltrepassa fanno suonare le sirene. Rispetto al contatto magnetico sono più pratici perché permettono di mantenere porte e finestre aperte, garantendo la protezione.

Rivelatori di presenza, disponibili anche in versione DOPPIO PIR. Questa tecnologia sfrutta fasci multipli di rivelazione a doppio strato, superiore ed inferiore, in modo da ridurre al minimo i falsi allarmi.

Gli impianti antintrusione possono essere dotati anche di sensori gas e sensori fumo, per garantire sicurezza totale e incolumità della propria persona.

 Sempre sfruttando la stessa centralina, infatti, è possibile aggiungere questi due sensori che servono a tutelare i componenti del nucleo famigliare.

Antifurto senza fili: a chi rivolgersi?


Per installare un sistema di allarme nella propria casa, ci si può rivolgere all’azienda AntifurtoCasa365.it, realtà composta da personale altamente specializzato, sempre a disposizione per ascoltare le esigenze della clientela, fornendo consigli e soluzioni mirate a creare un impianto adeguato all’abitazione.

La competitività dell’azienda nasce dalla mancanza di intermediari, rivenditori e agenti, proprio perché vende gli articoli prodotti direttamente. Un impianto fatto a regola da professionisti, oltre a garantire la sicurezza, permette la detrazione fiscale del 50%.

Messaggio pubbliredazionale

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi