ven 12 Gen 2018 - 1159 visite
Stampa

Crac Spal 1907. Chiesta la condanna a 6 anni per Butelli

Agli sgoccioli il processo per l'affare fotovoltaico. Il pm chiede quattro anni anche per l'imprenditore Turra

Sei anni di reclusione per Cesare Butelli e quattro per l’imprenditore Remo Turra. Sono queste le richieste di pena del pm nel processo per bancarotta contro l’ex patron della Spal 1907 e l’amministratore dell’impresa che lo aiutò nella realizzazione del parco fotovoltaico.

“I fatti sono incontestati, si tratta solo di interpretarli”, ha affermato durante la requisitoria la pm Isabella Cavallari nell’udienza di giovedì mattina davanti al collegio (presidente Luca Marini; Carlo Negri e Leonarda D’Alonzo a latere).

I fatti riguardano reati di bancarotta – sotto diverse forme – e false fatturazioni che, secondo l’accusa, sarebbero avvenuti tramite due grandi passaggi di denaro dalla società di Turra a quelle di Butelli. Due in particolare: 500mila euro da Turra a Gretom (società di Butelli che aveva quote della Spal 1907) e 1,3 milioni di euro ancora da parte di Turra alla Spal, poi finiti in qualche modo ancora a Gretom e a un’altra società sempre dell’ex patron biancoazzurro.

Per la procura tutto lecito invece nel passaggio di 950mila euro ancora da Turra a Gretom per l’acquisizione mai completata del 30% delle azioni della Spal di Butelli, valutate un milione di euro. Su questo punto è arrivata invece la richiesta di condanna da parte della curatela (costituitasi parte civile tramite l’avvocato Marco Linguerri) che ha evidenziato, in sostanza, come la cifra pattuita per l’acquisto fosse abnorme dato il valore a pari a zero di una società ormai in pesantissimo affanno e la stranezza di un’operazione non completata dopo aver pagato ormai 950mila euro su un milione.

Le difese (avvocato Francesco Marenghi – in aula c’era il sostituto Salvatore Grillo –  per Butelli e Claudio Maruzzi per Turra) hanno chiesto invece l’assoluzione.

L’udienza è stata aggiornata al 29 gennaio per eventuali repliche e per la sentenza.

A febbraio, inoltre, le parti saranno davanti al gip Monica Bighetti per discutere sulla richiesta di archiviazione avanzata dalla procura in merito alla ‘svendita’ del parco fotovoltaico. Richiesta a cui la curatala si è opposta.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi