Dom 17 Dic 2017 - 104 visite
Stampa

Confartigianato chiama, Tagliani risponde: “Alleanza tra pmi e Comuni”

Ieri il convegno Il Burofisco tra scadenze, rimborsi, rebus e record, organizzato dall'associazione

Sarebbe auspicabile un’alleanza tra piccole e medie imprese e Comuni, «che per molti aspetti vivono le medesime difficoltà». E’ la sollecitazione lanciata ieri da Giuseppe Vancini, segretario generale della Confartigianato, al convegno Il Burofisco tra scadenze, rimborsi, rebus e record, organizzato dall’associazione.

Una sollecitazione accolta dal sindaco Tiziano Tagliani, che ha rilanciato parlando di necessità di «un’alleanza tra quanti ogni giorno devono tagliare, cucire, districandosi in problemi» per cui non sempre ci sono soluzioni lineari. Eccessiva tassazione, incentivi che non tengono conto delle diverse tipologie di azienda, innovazione 4.0. Questi i temi affrontati. E’ stato il giornalista e scrittore Sergio Rizzo, vicedirettore de La Repubblica, a sottolineare che il problema dell’Italia è la perenne invocazione di una semplificazione che nei fatti non c’è. A denunciare «un sistema burocratico talmente immedesimato in se stesso da diventare un organismo autonomo» e un avvitamento per cui è quasi impossibile togliere «le pillole avvelenate inserite per evitare che le cose cambino».

Una sferzata alla platea, ricca di imprenditori, è arrivata da Paolo Preti, docente alla Bocconi, che richiamandosi alla metafora della famiglia ha invitato le imprese che lamentano ‘solo’ difficoltà a ‘diventare’ grandi, senza nascondersi dietro alibi e a fare anche un esame di coscienza perché lo spazio di crescita, di specializzazione, c’è. «Senza omologarsi, senza rinunciare alla diversità», il monito, ricordando che sono tante, le imprese artigiane, in ottima salute. La chiusura è stata del Presidente nazionale, Giorgio Merletti, secondo cui per rilanciare l’economia «non servono grandi leggi e grandi regole».

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi