sab 18 Nov 2017 - 501 visite
Stampa

Bici ibride: è boom anche in Italia

Uniscono i vantaggi delle bici da cicloturismo a quelli delle mountain bike

Le biciclette ibride sono diventate il tipo di bici più venduto nel mondo e anche in Italia stanno conoscendo una diffusione sempre maggiore.

Ma cosa si intende quando si parla di bici ibride?

Nulla a che fare con le automobili ibride, ossia i veicoli che hanno sia un motore a combustione interna che un motore elettrico, e nemmeno con le biciclette a pedalata assistita da un motore elettrico.

Le bici ibride uniscono i vantaggi delle bici da cicloturismo, a quelli delle mountain bike: quindi massima praticità unita alla possibilità di affrontare strade leggermente sconnesse, e percorsi sterrati non troppo accidentati grazie a ruote tassellate, cambi da mountain bike, eventuali forcelle ammortizzate e freni a disco, senza dimenticare che è possibile dotarle di parafanghi ed illuminazione, diventando delle perfette citybike.

In pratica siamo di fronte alla tipologia di bici tanto attesa da tutti coloro che usano questo mezzo di trasporto tutti i giorni per il tragitto casa-lavoro senza rinunciare alla possibilità di qualche spensierata gita fuori porta senza l’obbligo di possederne una per ogni tipo di esigenza.

Con le bici ibride sempre più richieste dal mercato, come per esempio le biciclette proposte da Bikester che offre sul proprio store online una vasta gamma di modelli, si possono percorrere con sicurezza e tranquillità le strade non sempre perfette delle nostre città, affrontare senza problemi e preoccupazioni eventuali salite e fondi stradali spesso non facilmente agevoli per una normale bici.

Come le altre biciclette, anche le ibride possono beneficiare della pedalata assistita da un apposito motore elettrico, cosa che le rende utilizzabili anche in città caratterizzate da elevati dislivelli, come tante grandi città italiane, basti pensare a Napoli o Genova.

Il mercato delle bici ibride offre una gamma molto vasta di modelli da uomo, da donna e per bambini; con ammortizzatori o senza; con freni tradizionali o a disco e, in quest’ultimo caso con la possibilità di scegliere tra freni a disco idraulici o meccanici. Per quanto riguarda i cambi si può optare, per esempio, tra quelli a 9 o a 30 rapporti.

La scelta di una buona bicicletta, anche nel caso si sia deciso di acquistarne una ibrida, parte prima di tutto dalla corretta misura del telaio che deve essere adeguato alla nostra statura e caratteristiche fisiche.

Last but not least, come già detto in precedenza, è possibile avere versioni di bici ibride con pedalata assistita, che permettono di vivere la bicicletta in modo più completo e in tutte le condizioni, anche per chi non è allenato al 100% o non è più giovanissimo ma non intende rinunciare a questo mezzo di trasporto.

Come registrato da una recentissima ricerca di mercato, a livello mondiale le bici ibride rappresentano il primo segmento nelle vendite complessive, con il 38,5% del mercato, seguite dalle bici da strada, col 25,2% e dalle mountain bike col 24,2%, in termini di valore delle vendite.

In Italia, dove sempre più consumatori, soprattutto giovani, cominciano sempre più ad apprezzare la praticità di questo ecologico mezzo di trasporto per andare al lavoro e per i brevi spostamenti urbani, le bici ibride stanno trovando sempre più estimatori ed utenti soddisfatti. La provincia di Ferrara, coi suoi 98 itinerari ciclabili, anche non asfaltati, può essere goduta appieno proprio con una bicicletta ibrida.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi