Mer 15 Nov 2017 - 330 visite
Stampa

Non posso avere figli, cosa posso fare?

Le tecniche di riproduzione assistita stanno dando risultati sempre migliori alle coppie che avevano quasi perso la speranza

Di fronte a una situazione di sterilità di una parte della coppia o di entrambi, la questione principale non è attribuire colpe, bensì accettare la situazione. Ricercare il motivo per cui non si possono avere figli e vedere se c’è un rimedio. Ci sono molte ragioni per cui non si può produrre una gravidanza, da ragioni fisiche che la impediscono, a cause psicologiche, come lo stress o l’ansia. Una volta trovato il problema, sarà il momento di trovare la soluzione.

Le tecniche di riproduzione assistita stanno dando risultati sempre migliori alle coppie che avevano quasi perso la speranza. I centri IVI da oltre 27 anni aiutando le persone a costruire una famiglia. È il maggiore gruppo al mondo in questo tipo di tecniche, con oltre 70 cliniche distribuite in 13 Paesi e i suoi tassi di gravidanza sono i migliori. I suoi trattamenti inoltre sono all’avanguardia, poiché sono esperti non solo di inseminazione artificiale o fecondazione in vitro, ma anche di altre tecniche più innovative come la microiniezione spermatica o Embryoscope.

In ogni caso, prima di sottoporsi a uno qualsiasi di questi trattamenti, è necessario effettuare una serie di test e una valutazione psicologica. Il supporto all’interno e all’esterno della coppia, così come l’ambiente, diventerà una parte fondamentale. Generare un ambiente rilassato e lontano dallo stress della vita di tutti i giorni aiuterà il benessere fisico e mentale della coppia, aumentando le possibilità di concepire.

Nei casi in cui non sia praticabile la riproduzione assistita e non si trovino più opzioni sarà il momento di accettare un futuro senza figli. Questo è qualcosa che richiede tempo e pazienza. Per molte persone si tratta di una grande delusione che provoca molto dolore, che a volte può portare alla rottura della coppia. Sarà consigliabile consultare uno specialista, perché grazie alla terapia si può imparare a vedere le cose in prospettiva e lenire il senso di colpa.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi