mar 26 Set 2017 - 810 visite
Stampa

Donna uccisa in albergo, Claudio Villani condannato a 30 anni

Sentenza a Bologna per il 56enne ferrarese che colpì a morte con cacciavite e coltello Barbara Fontana in una stanza d'hotel

Claudio Villani

E’ stato condannato a 30 anni di carcere Claudio Villani, il 56enne ferrarese finito alla sbarra con rito abbreviato per l’omicidio di Barbara Fontana, l’escort di 47 anni trovata uccisa con 38 colpi di cacciavite e tre di coltello in una camera d’albergo di San Pietro in Casale nella notte tra il 4 e il 5 agosto dello scorso anno.

Il Gup di Bologna Francesca Zavaglia ha accolto così la richiesta del Pm Antonello Gustapane, disponendo inoltre l’interdizione dai pubblici uffici e tre anni di vigilanza a pena espiata. Stabilite inoltre provvisionali da 30mila euro ciascuno per le parti civili (padre, madre e marito della Fontana) e di 5mila euro per l’Unione Donne Italiane (Udi). Nella precedente udienza la perizia psichiatrica aveva dichiarato Villani capace di intendere e di volere.

L’uomo aveva ucciso Barbara Fontana dopo averle somministrato un farmaco per farla addormentare. A carico di Villani ci fu anche un’indagine aperta dalla procura di Ferrara per la morte della sua ex vicina di casa Anna Visentini, 72enne ritrovata nel Po di Volano il 5 luglio 2012. Il caso, prima archiviato come suicidio, è stato riaperto di recente, quindi archiviato in quanto non emersero ulteriori elementi. Nel 1976, ancora minorenne, aveva già ucciso con una coltellata una donna di 28 anni.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi