lun 11 Set 2017 - 87 visite
Stampa

La scuola ‘scientifica’ di fine estate

Al via i laboratori Stem che coinvolgono gli studenti in attività di matematica e informatica

Cento. Sono iniziati  i laboratori Stem del progetto “Le Stem rendono libere (e liberi): anche in provincia le studentesse vogliono contare” presso l’istituto comprensivo Il Guercino di Cento. Per Stem si intendono le materie scientifiche erroneamente considerate di pertinenza prettamente maschile.

Le attività di scienze, matematica, coding sono divise in 7 laboratori che coinvolgono ognuno 25 studentesse e studenti della scuola primaria e della scuola secondaria. Il progetto è finanziato dal Ministero delle Pari opportunità che ha voluto accompagnare le scuole contro la discriminazione culturale promuovendo la diffusione delle materie scientifiche anche tra le ragazze in antitesi al pregiudizio che considera le materie scientifiche di competenza maschile e le materie umanistiche femminile.

Contro lo stereotipo, le alunne e gli alunni lavorano insieme ai compagni alla scoperta delle piante del territorio per realizzare un erbario, si sfidano in giochi matematici e realizzano prototipi per invenzioni future utilizzando programmi come Scratch ed Arduino. I laboratori sono coordinati dai docenti del dipartimento di matematica e tecnologia e da esperti esterni.

La dirigente Anna Tassinari esprime soddisfazione per una scuola aperta anche alla fine dell’estate, in preparazione dell’avvio del nuovo anno scolastico: oltre i laboratori Stem, la scuola sta ospitando anche i ragazzi di cittadinanza non italiana che seguono il progetto di alfabetizzazione “A B C Estate”, finanziato dal Comune di Cento.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi