Sab 9 Set 2017 - 144 visite
Stampa

Una Bondi in netta crescita strapazza Agrigento

Prima vittoria in amichevole per il Kleb Basket Ferrara

di Andrea Mainardi

Vince e convince la truppa di coach Martelossi che, dopo le sconfitte contro Virtus Bologna e Verona, trova la prima gioia davanti al pubblico amico battendo Agrigento 77-52. I biancoazzurri sono apparsi concentrati ed intensi nell’arco di tutti e quaranta i minuti soprattutto nella metà campo difensiva. Sugli scudi Rush e Cortese autori rispettivamente di 23 e 15 punti, molto bene anche Fantoni sotto canestro mentre Hall ha ancora le polveri bagnate in attacco ma il suo contributo a rimbalzo non manca mai.

Avvio un po’ contratto per entrambe le compagini, Agrigento perde diversi palloni con il Kleb bravo a sporcare le linee di passaggio ma gli stessi biancoazzurri faticano a trovare la via del canestro. Dopo il primo punto di Fantoni, sono Cortese e Rush a prendersi sulle spalle l’attacco di Ferrara attaccando bene l’area (12-9 all’8’). Agrigento si appoggia molto ai propri americani con Cannon molto energico sotto canestro e Williams bravo ad attaccare sia dal palleggio che dalla media. Per la Bondi rimane a secco Hall, ed il primo quarto termina 15-13.

Kleb concentrato e sul pezzo anche ad inizio secondo quarto, la pressione sul portatore di palla avversario non fa ragionare Agrigento. In attacco è Cortese invece a scatenarsi sia in transizione che dall’arco, confezionando un parziale di 10-0 interamente a firma sua (25-13 al 13’). Gli ospiti trovano la via del canestro poco dopo grazie al gioco da tre punti di Rotondo. Il capitano della Bondi viene richiamato da Martelossi in panchina, al suo posto è Rush a prendere il comando delle operazioni ‘banchettando’ in area avversaria a suon di penetrazioni a tiri liberi. Minuti importanti anche per il giovane Mancini in un quintetto piccolo dove anche Molinaro dice la sua con cinque punti consecutivi, di cui due da uno spettacolare alley oop (35-21 al 17’). Agrigento segna ancora con Williams da tre, ma il Kleb gioca su ritmi più elevanti correndo spesso e volentieri dopo il buon lavoro a rimbalzo. Ancora Rush va al ferro dopo la rubata di Venuto, dall’altra parte si sblocca Evangelisti da tre. Anche Lovisotto mostra una buona mano dalla media mentre Hall non riesce proprio a sbloccarsi. Finisce quindi il quarto sul 37-28.

Alla ripresa Fantoni colpisce subito col piazzato dalla media, lo segue poi Rush con quattro punti consecutivi. Agrigento risponde ancora con Williams mentre Hall si sblocca dalla lunetta (45-31 al 23’). Chi invece appare ancora un po’ arrugginito soprattutto in attacco è Moreno, autore di qualche forzatura di troppo. Torna a segnare Cortese dalla distanza, ma dove il Kleb si fa più apprezzare è la difesa, rendendo le cose davvero difficili ad Agrigento (55-37 al 27’). Col passare dei minuti il gioco si spezzetta sempre più con tanti tiri liberi da ambo le parti ed entrambi gli allenatori variano le soluzioni in quintetto. Moreno batte un colpo con il gioco da tre punti dopo la splendida apertura di Panni che poco dopo esce dal campo dopo essere ricaduto malamente a terra. Solo una botta per lui. Ancora Moreno bene per Rush dietro alla schiena, Agrigento non riesce a rispondere ed il quarto termina 62-41.

Ospiti ancora imprecisi al tiro, soprattutto dall’arco dei tre punti e Fantoni la punisce in schiacciata dopo il pregevole assist di Venuto seguito a ruota da Molinaro e Petronio. Agrigento torna a segnare al 34’ con l’inizioativa di Lovisotto. Dalla media trova gloria anche il giovane Drigo (73-43 al 35’). Tornano anche i punti di Rush sempre molto efficace nell’attaccare il canestro, così come Williams dall’altra parte quando si alza dalla media (75-48 al 38’). Agrigento trova qualche canestro nel finale per rendere meno amaro il passivo e la gara si conclude sul 77-52.

Bondi Ferrara – Fortitudo Agrigento 77-52 (15-13; 22-15; 25-13; 15-11)

Ferrara

Panni 5, Venuto, Moreno 6, Sorrentino 0, Petronio 2, Mancini 0, Cortese 15, Rush 23, Hall 2, Molinaro 9, Fantoni 13, Drigo 2. Allenatore: Martelossi.

Agrigento

Zugno 2, Williams 16, Evangelisti 3, Cannon 4, Rotondo 7, Pepe 3, Ambrosin 8, Cuffaro , Lovisotto 9 Guariglia 0, Caruso n.e. Allenatore: Ciani.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi