Lun 4 Set 2017 - 1380 visite
Stampa

Da Montecatini a Basell, i primi sessant’anni del Moplen

Il 9 settembre la multinazionale festeggia l'anniversario della produzione commerciale del polipropilene 'inventato' dal chimico Giulio Natta

Sessant’anni, 1957-2017. Sono tanti gli anni passati da quanto lo stabilimento Montecatini di Ferrara avvio la prima produzione mondiale del Moplen, il polipropilene, il materiale plastico ‘inventato’ dal chimico Giulio Natta appena tre anni prima, nel 1954.

Quella scoperta, quell’invenzione, valse il Premio Nobel per la Chimica del 1963 a Natta e al suo collega Karl Ziegler con il quale lavorava sui catalizzatori. La Montecatini oggi non c’è più. Negli anni altre società si sono succedute al suo posto: Montedison, Montepolimeri, Himont, Montell, Basell e, oggi, LyondellBasell.

Proprio quest’ultima società ha deciso di festeggiare l’anniversario, il 9 settembre, con un evento in cui si racconterà la storia di questo polimero, oggi fra i più diffusi a livello mondiale, della sua evoluzione e dell’utilizzo nella nostra vita quotidiana, senza dimenticare l’importanza del fine vita e del riciclo. Sono in programma visite agli impianti produttivi e ai laboratori, dove saranno condotti esperimenti di chimica per i ragazzi.

Oltre agli impianti per catalizzatori e poliolefine, l’insediamento di Ferrara – che conta oltre 900 addetti – ospita il Centro Ricerche “Giulio Natta”, dotato di laboratori e impianti pilota. Ferrara è attualmente il centro di eccellenza a livello mondiale di LyondellBasell per lo sviluppo e la produzione di catalizzatori Ziegler-Natta.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa