Gio 23 Mar 2017 - 841 visite
Stampa

Il Giardino delle Duchesse rinasce dopo l’abbandono

Il percorso di progettazione verrà presentato al Salone del Restauro

Dalla progettazione del Giardino delle Duchesse – luogo prezioso, che nel tempo ha perso la propria identità – ad una riflessione complessiva sul restauro dei giardini storici, dal laboratorio interdisciplinare al convegno: Interno Verde, il festival dedicato ai giardini ferraresi organizzato a maggio dall’associazione Ilturco, si arricchisce quest’anno di un progetto speciale, intitolato Giardino Ops, curato assieme alla Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna, il Dipartimento di Architettura di Unife e il Comune di Ferrara.

Giardino Ops verrà presentato venerdì 24 marzo alle 16.30 presso il Salone del Restauro e dei Musei, sala B – padiglione 3 / 4. L’anteprima servirà a contestualizzare questa particolare iniziativa all’interno della seconda edizione della manifestazione e a illustrare il programma del laboratorio e le modalità di partecipazione.

Interverranno su questi due aspetti Licia Vignotto dell’associazione Ilturco, coordinatrice dell’evento, e Keoma Ambrogio, funzionario architetto del Centro Operativo di Ferrara, curatore dell’evento per conto della Soprintendenza. Concluderanno l’appuntamento – per il quale saranno riconosciuti due crediti formativi per architetti – le relazioni di Clara Coppini del Comune di Ferrara, sulla funzione del Giardino delle Duchesse all’interno del Palazzo Ducale, e di Chiara Guarnieri della Soprintendenza, che descriverà l’esito delle indagini archeologiche svolte presso il sito. Parteciperà all’evento anche l’assessore comunale all’urbanistica Roberta Fusari.

L’obiettivo di Giardino Ops è fornire alla città una serie di proposte progettuali preliminari, capaci di orientare il futuro sviluppo del Giardino delle Duchesse, luogo di grande rilevanza storica e architettonica, situato nel cuore del capoluogo estense, impoverito purtroppo da lunghi anni di abbandono. Realizzato sul finire del Quattrocento per Eleonora d’Aragona e Margherita Gonzaga, per volere di Ercole I d’Este, i documenti dell’epoca lo descrivono come un angolo di paradiso, ricco di aiuole di bosso, piante medicinali e ornamentali, alberi da frutto e una magnifica fontana dorata. Dell’antica magnificenza oggi restano vaghi ricordi, come le tracce dei grandi archi a tutto sesto e di una loggetta.

“Vorremmo accendere i riflettori sulle potenzialità e sull’indispensabile ripensamento di uno spazio tanto significativo, offrire ai professionisti e agli studenti un’importante occasione formativa e di confronto, stimolare una riflessione più ampia su cosa significa oggi restaurare giardini storici – spiegano i soci de Ilturco -. Ci è sembrato importante, per la seconda edizione di Interno Verde, promuovere fattivamente la valorizzazione del verde urbano, favorire la creazione di qualcosa che potesse rimanere oltre il festival ed essere utile alla comunità. Per questo abbiamo accolto con grande entusiasmo la proposta di collaborazione arrivata dalla Sovrintendenza. Ci auguriamo che i progetti che verranno sviluppati grazie al laboratorio sapranno fornire alla città altrettante prospettive innovative”.

Il laboratorio – che si svolgerà in tre giornate, da martedì 9 a giovedì 11 maggio, ospite delle sale di Palazzo Pendaglia – sarà seguito venerdì 12 maggio a Palazzo Tassoni da un convegno dedicato alle attuali tendenze del restauro di giardini storici. Gli elaborati prodotti dai suoi partecipanti saranno inoltre esposti durante il weekend di Interno Verde, sabato 13 e domenica 14 maggio, in una mostra allestita presso lo stesso Giardino delle Duchesse, aperto eccezionalmente per l’occasione.

Collaboreranno alla realizzazione di Giaridno Ops anche l’Ordine degli Architetti e l’Ordine dei Dottori Agronomi di Ferrara, l’istituto Orio Vergani, Alpaca Projects.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi