Dom 12 Mar 2017 - 1168 visite
Stampa

Barca affondata nel canale, le operazioni di recupero

Il natante di 4,5 metri stava intralciando la navigazione nel portocanale di Portogaribaldi

di Giuseppe Malatesta

Comacchio. Proveniente dalle acque interne e affidata alla corrente verso il mare, una piccola imbarcazione di 4,5 metri ha intralciato la navigazione nel portocanale di Portogaribaldi nelle ultime 24 ore. Ad occuparsi del recupero, nel corso di un’operazione svoltasi senza difficoltà, gli uomini della guardia costiera locale coadiuvati dai vigili del fuoco di Ferrara e di Comacchio, presenti con un’autogru e una squadra di sommozzatori di Bologna.

Allertati nel primo pomeriggio dai marinai in navigazione sul motopesca ‘Chimera’, l’intervento delle forze dell’ordine si è reso necessario dopo il tentativo della ‘Chimera’ di trainare il natante, nel frattempo affondato del tutto sotto l’imbarcazione più grande nei pressi del ponte della statale Romea, in via dei Caduti del mare.

“Costituendo pericolo per la navigazione del canale e per il transito e le manovre delle unità, comprese quelle di soccorso, abbiamo attivata la procedura per la messa in sicurezza dell’area e individuato l’imbarcazione tramite ecoscandaglio e ispezione dei sommozzatori” racconta Fabrizio Vitozzi, comandante della guardia costiera di Portogaribaldi, ad operazione terminata.

Una volta assicurato il natante alla banchina ed interdetta la navigazione, le operazioni di recupero sono proseguite in mattinata con l’intervento di una gru che ha imbragato e scolato la barca, ora affidata allo smaltimento, considerate anche le pessime condizioni che ne impediscono persino la navigabilità e la mancanza di segni identificativi di un proprietario.

“Si tratta di imbarcazioni di valle, senza motore né volante: difficile individuare da dove provenisse esattamente” aggiunge Vitozzi, riferendo di un’operazione “ordinata in cui è filato tutto liscio anche grazie alla sempre preziosa collaborazione dei Vigili del fuoco, con cui siamo sempre in ottima sinergia.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi