Sab 11 Feb 2017 - 131 visite
Stampa

Ma Rea e Terry May, un ponte per l’arte

La poesia errante parte dalla home gallery di via Porta San Pietro fino a Bologna

Succede che a Ferrara torna Ma Rea e questa volta ad ospitarlo è Terry May. E ci torna per inaugurare un nuovo lavoro, “il Ritratto ovale”, una provocazione fatta di poesia e arte concettuale interattiva che verrà presentata alle 17 di oggi, sabato 11 febbraio.

Ma non ci sarà solo questo. Sarà presente anche una piccola sorpresa e la poesia errante si potrà incontrare sia dentro che fuori la Terry May Home Gallery in via Porta San Pietro, 56.

Restando nel solco della politica tracciata dalla galleria, sostanzialmente Terry e Ma Rea acquisteranno reciprocamente le opere l’uno dell’altro contribuendo a riconoscere il concetto secondo cui è la galleria a pagare l’artista che espone.

L’operazione è anche un reciproco riconoscimento artistico, tenendo conto che anche Ma Rea aprirà presto una sua Home Gallery a Bologna e i lavori di Terry ne faranno parte.

Insomma, un’occasione particolare per Ferrara che la vede gettare un ponte artistico verso Bologna tramite uno dei suoi figli adottivi. Un ponte che va da Terry alla poesia errante.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi