Mar 13 Dic 2016 - 752 visite
Stampa

La festa di Famar tra 50° e certificazione SA8000

L'azienda tessile conta 120 dipendenti di cui 115 donne

unnamed-9di Mattia Vallieri

Un doppio obiettivo raggiunto nel 2016 per una storia cominciata addirittura nel 1966. È l’azienda Famar, del settore tessile e abbigliamento, che quest’anno ha potuto festeggiare in un solo colpo il suo 50esimo anno di nascita e la certificazione sociale d’impresa a lungo inseguita.

120 dipendenti di cui 115 donne per quella che rappresenta “una disparità di genere al contrario” scherza la titolare Monica Talmelli che ha ricevuto i saluti e i complimenti del sindaco Tiziano Tagliani, del presidente della Camera di Commercio Paolo Govoni e del presidente di Unindustria Riccardo Maiarelli.

“Ci tenevo molto ad essere presente perché non è così semplice e abituale avere un’azienda di successo che festeggia 50 anni in un settore così complicato” afferma il primo cittadino, segno a suo parere che “Famar è stata capace di innovare e avere relazioni dirette”. Per Tagliani quella di Famar “é una festa per la città perché è un’impresa che rappresenta 120 famiglie ed è una azienda che portiamo in giro come esempio di successo”.

Un pensiero quello del sindaco che viene ripreso anche da Paolo Govoni che sottolinea come “il 50esimo anniversario di un’impresa è il compleanno di tutte le persone che l’hanno costruita e portata avanti negli anni ed è un orgoglio per tutta la comunità”. Il presidente della Camera di Commercio successivamente si sofferma sull’importanza della certificazione SA8000: “Questo riconoscimento fa capire che l’azienda sta guardando al futuro con ottimismo e questo rappresenta un bene per la collettività”.

Si definisce “molto orgoglioso”anche Riccardo Maiarelli che ribadisce come “in questa azienda quello che fate ogni giorno vi qualifica perché lavorate ai massimi livelli da 50 anni. Per me, che rappresento gli industriali, festeggiare il 50esimo anniversario di un’azienda in un momento come questo è motivo di grande soddisfazione”.

Prende la parola per ultima la presidentessa di Famar Monica Talmelli che ringrazia “tutti i presenti, le autorità e le dipendenti anche quelle già in pensione che hanno voluto esserci” e racconta poi i motivi del successo della azienda. “Questa impresa ha una alchimia e una divisione delle responsabilità e dei compiti che ci permette di fare le cose al meglio – spiega la titolare -. Festeggiare 50 anni nonostante la crisi che dura dal 2008, aver tenuto i livelli occupazionali, i parametri di bilancio in regola e non dover ricorrere alla cassa integrazione ci rende molto orgogliosi”.

Una felicità e una gioia che sono sfociati anche nella certificazione sociale d’impresa raggiunta proprio quest’anno: “Con SA8000 dimostriamo una trasparenza e una serietà di comportamento che abbiamo sempre avuto rispettando le regole del gioco – dichiara Talmelli -. Solo 3 aziende della provincia sono riusciti ad ottenere questo importante riconoscimento che ora dobbiamo impegnarci a mantenere”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi