Gio 15 Set 2016 - 1058 visite
Stampa

Palaspecchi. La bonifica riparte col metodo salva-tritone

Risolto il problema di come salvare la colonia di anfibi: pompare via l'acqua, raccoglierli con una rete e portarli in un luogo adatto

14316735_10209912455918648_4311385765610214641_nIl modo migliore per salvare i tritoni presenti nelle acque del Palaspecchi? Semplice: proseguire come prima con la bonifica, catturarli e portarli in un’area di ripopolamento.

Il problema è dunque risolto: “L’esperto contattato dall’Arpae Ferrara (il direttore del Museo di Storia Naturale, Stefano Mazzotti, ndr) – riferisce il direttore Pierluigi Trentini – ha constatato che la via migliore è quella di pompare via l’acqua, bloccare ovviamente il loro ingresso nelle pompe, catturarli con una rete e poi portarli in un’area adatta. Per questo la bonifica è prontamente ripartita nel pomeriggio di giovedì”.

Va detto che è la medesima soluzione che aveva proposto Nicola Lodi della Lega Nord quando ha scoperto la folta colonia di anfibi e ne ha dato jnotizia alla stampa.

L’assessore all’ambiente Caterina Ferri ha pubblicato su Facebook uno stralcio della relazione, che riportiamo: “Relativamente alle procedure per salvaguardare gli esemplari di tritoni (larve e adulti) durante il pompaggio delle acque, si ritiene che il posizionamento di una barriera di rete metallica a maglie inferiori a mezzo cm per tutta la lunghezza della parte interna dell’apertura del sottopasso e all’interno della caditoia esterna immediatamente a contatto con il tubo di aspirazione sia più che sufficiente per evitare l’aspirazione degli animali”.

L’assessore aggiunge anche altro, in tono polemico: “Appena il livello dell’acqua lo consentirà, verranno recuperati e liberati in un luogo consono. Chi dice altro o mente o è un incompetente, o entrambe le cose”.

Palaspecchi. Nuovo stop alla bonifica, ci sono i tritoni da salvare

C’è anche dell’altro: l’acqua in cui vivono i tritoni non è così pessima come si potrebbe pensare, tutt’altro. “Chiariamo che non sono state fatte analisi chimiche – specifica lo stesso Mazzotti a Estense.com -, ma gli indicatori secondari, quelli biologici, dicono che la qualità è buona”. Che non significa che potete usarla per farvi il bagno o placare la vostra sete.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa